Robert Louis Stevenson

10 delle migliori storie scritte da Robert Louis Stevenson

Nonostante la brevità della sua vita, Robert Louis Stevenson (1850-1894) scrisse opere destinate a lasciare un segno indelebile nella storia della letteratura. Non solo romanzi d’avventura, ma anche racconti gotici e poesie per l’infanzia. Una penna, la sua, che riuscì ad ammaliare e sedurre critici e lettori di ogni parte del mondo.

Robert Louis Stevenson: i libri più belli dello scrittore

Davanti a un talento così vasto viene naturale domandarsi quali delle sue opere siano da considerarsi in assoluto le migliori che lo scrittore abbia mai creato nel corso della sua esistenza.

Qui di seguito troverete una nostra attenta e ponderata selezione. Buona lettura.

1. Markheim

Il marchio dostoevskiano di questo breve racconto di Stevenson salta subito all’occhio. L’omicidio di un negoziante il giorno di Natale e il dualismo tra bene e male sono i pilastri di una storia in cui apparizioni sovrannaturali (come la probabile presenza del demonio che entra nel negozio subito dopo l’omicidio) e quesiti etici e filosofici sulla natura umana si intrecciano indissolubilmente.

2. L’isola del tesoro

Il romanzo, in tutta probabilità, più celebre e amato di Robert Louis Stevenson. L’avventurosa ricerca di un tesoro nascosto su un isola lontana ha alimentato, generazione dopo generazione, la fantasia e l’immaginazione di milioni di lettori sparsi sui cinque continenti. Chi non ha sentito parlare in un modo o nell’altro di personaggi come Long John Silver, il pirata con una gamba sola? O della mappa su cui campeggia una inconfondibile x?

3. Il trafugatore di cadaveri

Ispirato a un fatto di cronaca accaduto in Scozia, questo racconto di Robert Louis Stevenson assicura fin da subito il brivido al lettore. Una storia cupa dove il trafugamento di corpi per scopi scientifici nasconde, in verità, tutta una serie di efferati omicidi.

4. Il signore di Ballantrae

Un romanzo che ha come protagonisti due fratelli scozzesi diversissimi tra di loro. La loro diversità esploderà in tutta la sua dirompenza con la rivolta giacobita del 1745 quando James e Henry si troveranno sui due fronti opposti.

5. Lo strano caso del Dottor Jekyll e il signor Hyde

Un’altra celeberrima storia di Stevenson. Pubblicato nel gennaio del 1886, il racconto affronta il tema della doppia personalità. Dello sdoppiamento che si può creare all’interno dell’uomo, dove bene e male si fronteggiano come due nemici.

La storia prende il la a Londra in una data imprecisata, quando un avvocato racconta al cugino di un uomo dall’aspetto malevolo e disgustoso che, sotto i suoi occhi, tempo prima, aveva calpestato una bambina. Questo è di fatto il primo, vero incontro con l’orrido signor Hyde.

6. Gli allegri compari

Questo racconto, ambientato su isola della Scozia, può essere considerato sotto più aspetti quasi un “antenato” dell’Isola del tesoro, anche qui infatti la trama ruota attorno a un tesoro nascosto.

7. Il ragazzo rapito

Un romanzo dove l’avventura è di casa. Le vicende del giovane David Balfour fatto rapire dallo zio e spedito nelle colonie, tengono sempre alta l’attenzione del lettore. Incontri, naufragi e lotte per la sopravvivenza attraversano come un bastimento il romanzo da parte a parte. Il lieto fine rappresenta, almeno per noi, la ciliegina sulla torta.

8. Il diavolo nella bottiglia

Scritta sulle isole Samoa, dove Stevenson sperava di riprendersi dalla tubercolosi che l’aveva colpito, Il diavolo nella bottiglia è una storia permeata di magia. Il protagonista trova, infatti, una bottiglia che ospita un genio in grado di realizzare i desideri; tuttavia una terribile maledizione grava su quella bottiglia: il suo possessore al momento della morte rischia di perdere irrimediabilmente l’anima.

9. La freccia nera

Ambientata in Inghilterra durante la Guerra delle due rose, La freccia nera descrive le avventure di Dick, giovane cavaliere che dovrà misurarsi sia con verità personalmente dolorose che con il grande amore della sua vita.

10. Il riflusso della marea

Il racconto scritto a quattro mani con il proprio figliastro Lloyd venne pubblicato nell’anno della morte di Stevenson. Protagonisti dell’opera sono tre mendicanti che si impadroniscono di un vascello pieno di champagne. Il loro piano è quello di venderlo una volta raggiunto il Perù. Andrà tutto per il verso giusto ? Per saperlo dovrete leggere Il riflusso della marea dalla prima all’ultima pagina (e non sarà, credetemi, una fatica)!

Via | Interesting Literature
Foto | Henry Walter Barnett, Public domain, attraverso Wikimedia Commons

Disclaimer: su alcuni dei titoli linkati in questo articolo, Libri e parole ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi per l’utente finale. Potete cercare gli stessi articoli in libreria, su Google e acquistarli sul vostro store preferito.

Giorgio Podestà

Giorgio Podestà

Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon). Con Graphe.it ha pubblicato la silloge poetica «E fu il giorno in cui abbaiarono rose al tuo sguardo» e il saggio «Breve storia dei capelli rossi».

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Bianca Garufi

Ricordando Bianca Garufi, scrittrice, poetessa e psicoanalista

Scopri di più su Bianca Garufi scrittrice che ha iniziato il proprio percorso con Cesare Pavese per poi approdare alla psicoanalisi.

Anne Brontë

Anne Brontë, non in ombra e non un passo indietro

Anne Brontë è la sorella meno nota delle Brontë, ma non per questo il suo talento è minore rispetto a Charlotte ed Emily: scopri il perché.