Frasi belle sul teatro
Le più belle frasi e citazioni sul teatro

Più di 30 frasi belle sul teatro

Le frasi belle sul teatro ci fanno riflettere su quest’arte che spesso viene considerata secondaria ma, nella realtà, non lo è.

Il teatro è un po’ lo specchio della vita e ognuno di noi dovrebbe prendere l’impegno di andarci quando possibile.

Alla scoperta delle frasi belle sul teatro

Avviciniamoci al mondo del teatro con una serie di frasi, aforismi e citazioni (tra cui quelle di Luigi Pirandello) che possono aiutarci a capire meglio la nobiltà e l’importanza di quest’are.

Frasi sul teatro

  • Il teatro non è altro che il disperato sforzo dell’uomo di dare un senso alla vita. (Eduardo De Filippo)
  • Da che mondo è mondo, compito del teatro, come di tutte le altre arti, è ricreare la gente. Questo compito gli conferisce sempre la sua speciale dignità. Meno di qualsiasi altra cosa i divertimenti hanno bisogno di giustificazioni. (Bertolt Brecht)
  • Il teatro è l’attiva riflessione dell’uomo su se stesso. (Novalis)
  • El teatro xe asion, benedetto, no ciacole! (Renato Simoni)
  • Il teatro è poesia che esce da un libro per farsi umana. (Federico García Lorca)
  • Da dove viene che a teatro si ride così liberamente, e si ha vergogna di piangere? (Jean de La Bruyère)
  • Il teatro è un mezzo efficacissimo per educare il pubblico; però chi fa un teatro educativo si ritrova sempre senza pubblico da poter educare. (Enrique Jardiel Poncela)
  • Ho sempre pensato che il Teatro fosse l’arte più moderna che esiste: l’evento artistico si verifica davanti ai nostri occhi come un miracolo. È un’arte tridimensionale e oggi, massacrati dalla virtualità delle immagini del piccolo schermo, dà emozioni nuove e inedite rispetto al passato. (Vincenzo Cerami)
  • Il teatro è un tempio, un tempio dove non entra mai il sole. Si lavora sempre con poca luce, nel silenzio più assoluto; il testo va rispettato nelle sue virgole, va approfondito, perché tutto è nella parola. (Marcello Mastroianni)
  • La commedia è stata un grande successo, ma il pubblico era un disastro. (Oscar Wilde)
  • Il teatro non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia, un sole che esce da sotto terra. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori umani nella sala, cuori umani sul palco. (Victor Hugo)
  • La vita è come una commedia: non importa quanto è lunga, ma come è recitata. (Seneca)
  • Il teatro resiste come un divino anacronismo. (Orson Welles)
  • Nel momento in cui un attore ha finalmente imparato come recitare qualsiasi parte, è spesso troppo vecchio per recitarne se non alcune. (William Somerset Maugham)
  • Non andare a teatro è come far toeletta senza uno specchio. (Arthur Schopenauer)
  • Ogni dramma inventato riflette un dramma che non s’inventa. (François Mauriac)
  • Ringraziamo Iddio, noi attori, che abbiamo il privilegio di poter continuare i nostri giochi d’infanzia fino alla morte, che nel teatro si replica tutte le sere. (Gigi Proietti)
  • Un attore è un tizio che, se non sti parlando di lui, non ti ascolta. (Marlon Brando)
  • Vedo lo scrittore di teatro come un predicatore laico che spaccia al minuto, in forma popolare, le idee del suo tempo. (August Strindberg)
  • Un bravo attore non fa mai la sua entrata prima che il teatro sia pieno. (Jorge Luis Borges)

3 citazioni sul teatro di Luigi Pirandello

  • Chi ha la ventura di nascere personaggio vivo, può ridersi anche della morte. Non muore più… Chi era Sancho Panza? Chi era don Abbondio? Eppure vivono eterni, perché – vivi germi – ebbero la ventura di trovare una matrice feconda, una fantasia che li seppe allevare e nutrire, far vivere per l’eternità!
  • Ogni fantasma, ogni creatura d’arte, per essere, deve avere il suo dramma, cioè un dramma di cui esso sia personaggio e per cui è personaggio. Il dramma è la ragion d’essere del personaggio; è la sua funzione vitale: necessaria per esistere.
  • Quando un personaggio è nato, acquista subito una tale indipendenza anche dal suo stesso autore, che può essere da tutti immaginato in tant’altre situazioni in cui l’autore non pensò di metterlo, e acquistare anche, a volte, un significato che l’autore non si sognò mai di dargli!

Aforismi sul teatro come metafora della vita

  • Accontentiamoci di dire che il teatro, come la Vita, è un sogno, senza preoccuparci troppo della menzogna. (Jean-Louis Barrault)
  • L’uomo è un animale che finge, e non mai tanto se stesso come quando recita. (William Hazlitt)
  • La commedia si rivolge all’animo collettivo del pubblico, e quello si stanca; mentre la farsa si rivolge a un organo più collettivo, la sua pancia collettiva. (William Somerset Maugham)
  • Il drammaturgo descrive gli uomini. Per farlo prende degli attori. (Friedrich Dürrenmatt)
  • La tragedia è imitazione di un’azione serie e compiuta in se stessa…; la quale mediante una serie di casi che suscitano pietà e terrore ha per effetto di sollevare e purificare l’animo da siffatte passioni. (Aristotele)
  • Imparate ad amare l’arte in voi stessi, e voi stessi nell’arte. (Konstantin Sergeevič Stanislavskij)
  • La tragedia e la satira sono sorelle e vanno di pari passo; tutte due prese insieme si chiamano verità. (Fëdor Michajlovič Dostoevskij)
  • Se contrapponiamo la vita alla scena, è perché sentiamo che la scena è un luogo vicino alla morte, dove tutte le libertà sono possibili. (Jean Genet)
  • Nel teatro la parola vive di una doppia gloria, mai essa è così glorificata. E perché? Perché essa è, insieme, scritta e pronunciata. È scritta, come la parola di Omero, ma insieme è pronunciata come le parole che si scambiano tra loro due uomini al lavoro, o una masnada di ragazzi, o le ragazze al lavatoio, o le donne al mercato – come le povere parole insomma che si dicono ogni giorno, e volano via con la vita. (Pier Paolo Pasolini)
  • Se è assolutamente necessario che l’arte o il teatro servano a qualche cosa, dirò che dovrebbero servire a insegnare alla gente che ci sono attività che non servono a niente, e che è indispensabile che ce ne siano. (Eugène Ionesco)
  • Tempo fa il potere risolse l’intolleranza verso i commedianti cacciandoli fuori dal paese. Oggi gli attori e le compagnie hanno difficoltà a trovare piazze teatri e pubblico, tutto a causa della crisi. I governanti quindi non hanno più problemi di controllo verso chi si esprime con ironia e sarcasmo in quanto gli attori non hanno spazi né platee a cui rivolgersi. Al contrario, durante il Rinascimento in Italia chi gestiva il potere doveva darsi un gran da fare per tenere a bada i commedianti che godevano di pubblico in quantità (Dario Fo)
  • Se la gente vuole vedere solo le cose che può capire, non dovrebbe andare a teatro; dovrebbe andare in bagno. (Bertolt Brecht)
  • Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori: essi hanno le loro uscite e le loro entrate; e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti. (William Shakespeare)

La Giornata mondiale del teatro

Oltre le frasi belle sul teatro, ricordiamo che il 27 marzo si celebra la Giornata mondiale del teatro, nata a Vienna nel 1961 e guidata dai Centri Nazionali dell’Istituto Internazionale del Teatro, ente nato per iniziativa dell’UNESCO.

In occasione di questa Giornata ogni anno una personalità del mondo del teatro è invitata a condividere le proprie riflessioni sul tema del Teatro e della Pace tra i popoli.

Tra gli altri citiamo Dario Fo che ha inviato il proprio messaggio nel 2013: del resto è stato proprio il teatro il motivo del Nobel per la letteratura a Fo nel 1997, come recitò la motivazione dell’Accademia di Svezia: “Perché, seguendo la tradizione dei giullari medioevali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”.

Foto | Krzysiek via Pixabay

Roberto Russo

Roberto Russo

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

d'accordo

Si scrive d’accordo o daccordo?

Scopri se si scrive d'accordo o daccordo se cioè ci va l'apostrofo o non ci va e impara la regola di base per non sbagliare mai.

Le difettose

Le difettose, di Eleonora Mazzoni: un longseller sempre più apprezzato

A distanza di anni dalla sua uscita il romanzo Le difettose di Eleonora Mazzoni è sempre sulla cresta dell'onda: ne parliamo con l'autrice.