libri in altre lingue

Come leggere libri in altre lingue senza impazzire

Leggere libri in altre lingue è un’esperienza che può arricchire la nostra vita in molti modi. È, senza dubbio, un’efficace modalità per migliorare le nostre competenze linguistiche. Leggendo, infatti, ci esponiamo a un vocabolario e a una grammatica più ampia, e impariamo a comprendere e a usare la lingua in modo naturale.

Leggere libri in altre lingue ci permette di conoscere culture diverse. Ogni lingua è legata a una cultura specifica, e la lettura di un libro in lingua originale fa sì che possiamo immergerci in quella cultura e di comprenderla meglio.

Infine, leggere libri in altre lingue può essere un’esperienza divertente e gratificante. Quando leggiamo un libro nella lingua originale, possiamo apprezzare appieno lo stile dell’autore, le sue scelte linguistiche e le sue metafore.

Come leggere libri in altre lingue?

Come leggere libri in inglese? E in francese? E come leggere libri in spagnolo? Insomma, è possibile leggere libri in altre lingue per goderne pienamente come se si stesse leggendo un libro nella propria madrelingua?

Le lingue, lo sappiamo bene, sono necessarie per muoversi con sicurezza in un mondo sempre più globalizzato. Conoscere una lingua consente di viaggiare con tranquillità, ascoltare canzoni senza bisogno di tradurle, guardare film e serie senza sottotitoli, conoscere persone cresciute in una cultura diversa dalla nostra… Purtroppo, non tutti hanno la stessa facilità nell’apprenderle. Ci sono coloro che, in pochi anni, sono in grado di parlare e capire una lingua come se fosse la propria, mentre altri, nonostante anni di studio, faticano a dominarla.

Le persone che hanno difficoltà a raggiungere una certa abilità con una lingua diversa dalla madrelingua non dovrebbero fare affidamento solo sull’istruzione formale (scuola, università, corsi, scuola di lingue…), poiché è proprio in quel sistema che non sono riuscite ad acquisire le conoscenze necessarie. Fortunatamente, ci sono altri metodi di apprendimento che avvicinano a una lingua, tralasciando l’aspetto puramente educativo centrato sullo studio della grammatica, della fonetica o del vocabolario.

L’importanza dei libri in altre lingue

Ogni giorno consumiamo contenuti tradotti (serie, film, libri…) che ci offrono la possibilità di goderceli nella lingua originale. Quindi, perché non approfittare di questo momento di svago per consolidare le nostre conoscenze linguistiche? Certamente, l’apprendimento è molto più efficace quando avviene nel contesto naturale della lingua (ascoltandola da chi la parla, leggendola da chi la scrive), e per questo una guida per iniziare a leggere libri in altre lingue può essere molto utile.

Non iniziare dalla fine

La lettura non è il primo passo per imparare una lingua. Per poter leggere, e capire ciò che si legge, è necessario avere una conoscenza di base che si acquisisce solo attraverso la formazione accademica. È molto importante non tuffarsi nella letteratura in una lingua straniera se ancora non ci si sente pronti. Se si pensa di non essere ancora a quel punto, non c’è da preoccuparsi, ma è necessario continuare a studiare e formarsi. Quel momento arriverà.

Scegliere un libro del proprio livello

Il modo migliore per iniziare a leggere in un’altra lingua è utilizzare libri suddivisi per livelli. Ci sono case editrici che offrono una vasta selezione di opere catalogate in base alla conoscenza della lingua del lettore. Una volta trovato uno di questi marchi, si può dedicare del tempo a sfogliarne il loro per scegliere un libro adatto ai propri gusti e interessi.

Attenzione al genere letterario

Il genere non sembra una questione importante quando si scelgono letture di questo tipo, ma lo è. A seconda del tipo di storia, il linguaggio sarà più o meno difficile. Ad esempio, i romanzi di fantasy epico o di fantascienza non sono consigliati per iniziare a leggere in altre lingue, poiché il vocabolario è molto particolare e, in molte occasioni, inventato.

Opta per storie già note

I racconti oppure le opere classiche (non gli originali, ma le versioni adattate per livelli) sono la scelta perfetta per iniziare. Conoscendo la storia di prima mano, ciò che non si conosce a causa del vocabolario lo si può intuire dal contesto. Un’alternativa è leggere libri per bambini o ragazzi, poiché usano un linguaggio semplice e contemporaneo, con più dialoghi che descrizioni.

Usare il dizionario, senza farne un’ossessione

Il dizionario sarà il miglior alleato nell’intraprendere questa avventura. Tuttavia ricorrervi in modo eccessivo avrà come conseguenza inevitabile un allontanamento dal processo di lettura. Il modo migliore è prendere nota delle parole che non si conoscono, cercarle e scriverne il significato in un quaderno. Agli inizi la tentazione è quella di annotare la maggior parte dei vocaboli, ma man mano ci si renderà conto che è più pratico cercare di capirle dal contesto. Con il passare del tempo si inizierà ad appuntarsi meno parole, alcune suoneranno familiari o saranno state già cercate in precedenza, e la lettura diventerà più fluida.

Anche se sembra noioso, è fondamentale rileggere

Una volta appreso il significato delle parole che non si conoscevano, bisogna rileggere la pagina intera. Fare questa rilettura è essenziale, poiché fermarsi per cercare nel dizionario e annotare le informazioni fa perdere il contesto e non si riesce ad assimilare ciò che ci viene raccontato. Rileggendo si conseguirà l’esperienza completa senza dover fare alcuna pausa.

Non limitarsi a leggere: l’ascolto

Leggendo si scoprono nuovi vocaboli, si testano le proprie conoscenze grammaticali, si apprendono forme colloquiali del linguaggio… Tuttavia, la lettura priva di uno degli aspetti più importanti nell’apprendimento di una lingua: la pronuncia. Per fortuna, esistono gli audiolibri, che possiamo ascoltare da soli (se si ha già un alto livello della lingua) o accompagnandoli con il testo scritto. Così, contemporaneamente alla lettura, ascoltiamo come suonano le parole.

Per leggere libri in altre lingue ci vuole pazienza

Roma non è stata costruita in un giorno. Le prime letture richiederanno molto sforzo e non saranno fluide. Quando ci si ritroverà a consultare spesso il dizionario, si avrà voglia di arrendersi, ma non bisogna demordere. L’apprendimento è progressivo. All’inizio si incontreranno molte difficoltà, non possiamo negarlo. Tuttavia, ne varrà la pena. Che bello non dover più aspettare la traduzione dell’ultima novità che tanto si aspettava perché la si può godere nella lingua originale in cui è stata scritta!

Libri in altre lingue? Ma certo!

Leggere libri in altre lingue è un modo divertente e coinvolgente per imparare una lingua e conoscere nuove culture. Con un po’ di impegno e pazienza, chiunque può iniziare a leggere in altre lingue e beneficiare di tutti i vantaggi che questa attività offre.

Via | Lecturalia
Foto | HayDmitriy via Depositphotos

Roberto Russo

Roberto Russo

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

leggere in vasca da bagno

Come leggere comodamente in vasca da bagno

Leggere in vasca da bagno è una bella esperienza: scopri come rilassarsi con un libro nella vasca da bagno e leggere in ammollo.

figura paterna

Padri: eroi, confidenti, guide. 8 libri per scoprire la complessità della figura paterna

Immergiti in 8 romanzi che raccontano la figura paterna in tutte le sue sfumature: scopri le emozioni e le sfide legate al ruolo del padre.