Donna vampiro
Carmilla di Le Fanu è il prototipo letterario della donna vampiro

La donna vampiro nella letteratura: 4 libri fondamentali

Il tema dei vampiri, nato nella notte dei tempi, ha sempre affascinato l’uomo. Miti e leggende sono fioriti numerosi attorno a queste oscure creature assetate di sangue. Nel mio libro Breve storia dei capelli rossi ho raccontato come la figura di Giuda l’Iscariota abbia finito con l’identificarsi con il primo vampiro del folklore. Accanto a lui però (e non potrebbe essere diversamente) si erige un’altra figura mortalmente fatale: la donna vampiro.

Sensuale, minacciosa, implacabile, gli aggettivi per questa vamp succhia sangue da sempre si sprecano. Del resto l’antichità – e questo in Oriente come in Occidente – è popolata da demoni e divinità dalle affascinanti sembianze femminili; dee diaboliche pronte a bere la linfa vitale degli sfortunati che capitano sotto le loro ingorde fauci.

Un soggetto così seducente e spaventoso non poteva non attrarre l’interesse di poeti e scrittori di fama. Coleridge in Christabel, un breve ma incompiuto poema di gusto romanticamente gotico, porta in scena proprio una irresistibile donna vampiro. Una creatura soprannaturale (e letale) che non vive solo nelle poesie ma anche in romanzi e racconti che, ieri come oggi, continuano a rubare il fiato, raggelandoci il sangue nelle vene e creando cerchi di suggestioni in grado di allargarsi fino al nostro oscuro e ondeggiante subcosciente.

4 testi letterari fondamentali sulla donna vampiro

Qui di seguito troverete alcune opere che sono per noi l’A B C del genere. Un ristretto gruppo di classici che non possono assolutamente mancare nella vostra libreria dedicata all’horror e al mistero.

Carmilla, di Sheridan Le Fanu

Considerato l’antesignano di Dracula, il romanzo di Le Fanu ci conduce in un vecchio e tenebroso castello della Stiria in Austria, dove la giovane Laura conduce con il padre una esistenza appartata e solitaria.

Una notte di luna piena nella loro vita entra però una bellissima e misteriosa fanciulla di nome Carmilla. Tra le due ragazze nasce una grande amicizia, ma via via l’atmosfera si incupisce, eventi e scomparse misteriose allarmano il circondario, mentre Laura, dopo una visione onirica, sviluppa una strana, perniciosa malattia.

Per saperne di più, dovete però leggere la storia. Non ve ne pentirete.

Racconti del Vampiro, di Mary Elizabeth Braddon

Una raccolta di bellissimi racconti in cui spicca quello dedicato a Lady Ducayne. In questa breve storia, la Braddon molto abilmente delinea la figura di una donna vampiro che è l’opposto del conte Dracula. Lady Ducayne è, infatti, una donna dell’alta società che non vive ai margini o esiliata, ma presenta una fisicità fragile e delicata. Un piccolo classico, del tutto insolito, da leggere e rileggere.

La donna vampiro e altri racconti, di Ernst T. Hoffmann

Ispirato alle figure mostruose e leggendarie del mondo greco-romano come le lamie, La donna vampiro di Hoffmann (nota anche con altri titoli, da Iene a Storia di una ghoul) ci narra le vicende di Aurelia, una nobildonna che, dopo la morte della madre e il matrimonio con un conte di cui è una lontana parente, inizia a sviluppare segni di una strana, misteriosa malattia. Di notte, la giovane comincia così a visitare sinistramente cimiteri e cripte. Le sorprese, potete scommetterci, non mancheranno.

La morta innamorata, di Théophile Gautier

Un giovane prete finisce nelle grinfie di Clarimonde, bellissima cortigiana a cui l’uomo doveva dare l’estrema unzione. Quando Romualdo, questo il suo nome, arriva al suo capezzale, la donna è già morta. Tuttavia la ragazza viene risuscitata da un suo bacio (le labbra della defunta sono troppo invitanti e Romualdo non sa resistere). Da quel momento per il religioso inizierà però un tormento senza fine, contrassegnato da un vero e proprio sdoppiamento della personalità. Nulla sembra arrestare la sua passione per Clarimonde, neppure la scoperta che la donna si nutre del suo sangue. Esisterà una via di salvezza per il giovane curato? Chi potrà mai risvegliarlo da quell’incubo trasognato?

Foto | WikiCommons

Giorgio Podestà

Giorgio Podestà

Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Sirene

Le sirene nella letteratura: 5 libri che non puoi perderti

Le sirene sono personaggi che da sempre affascinano l'umanità: scopri libri più belli che ne parlano e leggi della loro misteriosa storia.

libri sulla follia

9 classici libri sulla follia per scandagliare l’animo umano

Pazzia. Follia. Alienazione. Termini differenti che, almeno per noi poveri profani, nascondono lo stesso significato. ...