Come è nato Babbo Natale
Come è nato Babbo Natale

Come è nato Babbo Natale: la leggenda di Santa Claus

Babbo Natale è una delle figure più amate del Natale, sia per la simpatia che ispira che per il fatto che porta doni. Ma come è nato Babbo Natale così come lo conosciamo oggi?

Come è nato Babbo Natale?

La storia è lunga e c’entrano molti fattori: san Nicola di Bari e la Coca-Cola, per esempio, ma anche una canzone, un libro e un ritratto.

La leggenda di Santa Claus

Alla base di tutto c’è san Nicola di Bari. Secondo la tradizione quest’uomo – che era vescovo di Myra in Turchia – era molto generoso e, tra le altre cose, fornì la dote a tre donne troppo povere per sposarsi facendo trovare nella loro casa, per tre notti consecutive, un sacco pieno d’oro.

Questa storia attecchisce nell’immaginario popolare e così nella notte tra il 5 e il 6 dicembre – la festa di san Nicola cade il 6 dicembre – i bambini si vedevano arrivare dei regali.

La tradizione di san Nicola come portatore di doni è particolarmente cara agli olandesi che la portano con sé quando emigrano negli Stati Uniti. Sinterklaas (questo il nome di san Nicola in Olanda) diventa sempre più simbolo del Natale, fino a quando nel 1822 il poeta americano Clement Clark Moore scrive A visit from St. Nicholas. Questa poesia è un po’ l’atto di nascita di Babbo Natale (Sinterklass -> St. Nicholas -> Santa Claus): in essa troviamo la slitta trainata dalle renne volanti, i doni consegnati attraverso il camino e il personaggio anziano che se ne va cantando: «Buon Natale».

Sempre nel 1800, sul finire del secolo, Thomas Nast, ritenuto il «padre del fumetto americano», fa un ritratto di Babbo Natale: gli mette un abito rosso e una bella barba bianca. (È l’immagine che trovi all’inizio di questo articolo).

Di lì a poco, nel 1902, lo scrittore L. Frank Baum (già noto per essere l’autore de Il meraviglioso mago di Oz) pubblica un libro dal titolo Vita e avventure di Babbo Natale e il gioco è fatto. Gli elementi per la figura di Babbo Natale ci sono tutti. Ecco, quindi, come è nato Babbo Natale.

Storia del Babbo Natale della Coca Cola

Da molte parti si sostiene che Babbo Natale sia stato inventato dalla Coca Cola per vendere più bibite. Non è vero, come abbiamo visto.

La celebre bibita ha usato la figura di Santa Claus come mezzo pubblicitario, attingendo, comunque, alla tradizione preesistente. Ha senza dubbio contribuito a diffonderne la conoscenza. Così, siamo agli inizi degli anni Trenta del Novecento, Babbo Natale entrava in casa e invece dei classici biscotti trova una bottiglietta della celebre bevanda.

Quanti anni ha Babbo Natale?

La storia di Babbo Natale ha circa 1700 anni! Abbiamo visto, infatti, che affonda le proprie radici in san Nicola che è vissuto intorno al 300 dopo Cristo. Tuttavia, stando alle raffigurazioni, il simpatico vecchietto che porta i doni ha circa 70 anni.

Descrizione di Babbo Natale

Abbiamo visto come è nato Babbo Natale e qual è la sua età. Diamo ora uno sguardo alle sue caratteristiche.

Solitamente Santa Claus è un signore anziano – sui 70 anni, come sappiamo –, cicciotello e allegro. Ha una lunga barba bianca, porta degli occhialini e indossa un costume rosso con inserti bianchi.

La sera del 24 dicembre, vigilia del Natale, sale sulla slitta voltante che è trainate dalle renne e porta i regali a tutti i bambini del mondo. Entra nelle singole case entrando dal comignolo (e se questo non c’è, trova altri modi per entrare) e lascia i doni sotto l’albero di Natale. Solitamente trova ad attenderlo dei biscotti e, a seconda delle usanze, anche del latte.

Per tutto il resto dell’anno, grazie all’aiuto degli elfi, sta nel suo laboratorio a costruire i doni che poi regalerà a Natale.

Gli aiutanti di Santa Claus: come si chiamano e chi sono

Quando non è in giro a portare i doni, Babbo Natale lavora per realizzare i giocattoli. Ovviamente non fa tutto da solo, ma è aiutato dagli elfi. Attenzione: non tutti gli elfi sono aiutanti di Babbo Natale! Occorrono come minimo 99 anni di esperienza per diventare un vero aiutante di Santa Claus!

Gli elfi aiutanti di Babbo Natale sono tredici e i loro nomi nella tradizione islandese sono: Stekkjastaur, Giljagaur, Stúfur, Þvörusleikir, Pottaskefill, Askasleikir, Hurðaskellir, Skyrjarmur, Bjúgnakrækir, Gluggagægir, Gáttaþefur, Ketkrókur e Kertasníkir.

C’è anche una versione inglese dei nomi degli aiutanti di Babbo Natale: Gimpy, Gully Imp, Itty Bitty, Pot-Scraper Licker, Pot Licker, Bowl Licker, Door Slammer, Skyr Gobbler, Sausage Snatcher, Window Peeper, Doorway Sniffer, Meat Hooker, Candle Beggar.

Purtroppo non c’è una traduzione ufficiale in italiano dei nomi degli elfi di Babbo Natale!

Tra gli aiutanti di Babbo Natale troviamo anche le renne: mentre gli elfi aiutano Papà Natale a realizzare i giocattoli nel corso dell’anno, le renne, guidate da Rudolph, guidano la magica slitta volante perché la notte del 24 dicembre possa girare tutto il mondo e consegnare i regali.

E poi c’è Il piccolo aiutante di Babbo Natale che è il cane della famiglia Simpson!

Chi è la moglie di Babbo Natale

Anche se qui e là si parla di una signora Natale, non c’è una vera moglie di Babbo Natale. O almeno non si sa bene chi sia.

Qual è il nome della moglie di Babbo Natale? Non si sa, perché, come detto sopra, è una figura molto evanescente. C’è chi la chiama Mrs Natale, chi Mamma Natale.

Se pensate che la moglie di Babbo Natale sia la Befana, sappiate che non è vero. La Befana, infatti, stando alla tradizione è la moglie dell’Orco, come ha ben spiegato il professor Carlo Lapucci nel suo libro L’arte di fare il cattivo.

Ma Papà Natale esiste?

Abbiamo visto come è nato Babbo Natale, la sua leggenda, come va vestito, i nomi dei suoi aiutanti. Rimane un’ultima questione: ma Babbo Natale esiste? Non si può certo negare che qualcuno porti i doni la notte di Natale ai bambini. E questo qualcuno è Babbo Natale, come spiegò benissimo il giornalista Francis Pharcellus Church in un editoriale pubblicato il 21 settembre 1897 sul New York Sun. Una bambina aveva scritto al giornale chiedendo se Babbo Natale esistesse, perché i suoi amici dicevano di no. Ma se il giornale avesse scritto che esisteva, allora doveva essere vero.

La risposta che diede il giornale è diventata uno dei pezzi più pubblicati al mondo e ancora oggi viene citato. Tra le altre cose, Francis Pharcellus Church scrisse:

Sì, Virginia, Babbo Natale esiste. Esiste così come esistono l’amore, la generosità e la devozione, e tu sai che abbondano per dare alla tua vita bellezza e gioia. Cielo, come sarebbe triste il mondo se Babbo Natale non esistesse! Sarebbe triste anche se non esistessero delle Virginie. Non ci sarebbe nessuna fede infantile, né poesia, né romanticismo a rendere sopportabile la nostra esistenza. Non avremmo altra gioia se non quella dei sensi e dalla vista. La luce eterna con cui l’infanzia riempie il mondo si spegnerebbe.

Perciò sì, Babbo Natale esiste!

Abbiamo risposto alla domanda su come è nato Babbo Natale?

Con queste informazioni su Babbo Natale speriamo di aver risposto alla tua domanda su come è nato questo personaggio, quali sono le sue caratteristiche e se esista veramente o meno. Buon Natale!

Foto | Thomas Nast [Public domain], attraverso Wikimedia Commons

Roberto Russo

Roberto Russo

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Belle frasi sull'amore

Le più belle frasi sull’amore

Scopri le più belle frasi sull'amore e leggi gli aforismi e le citazioni di amore che autrici e autori celebri ci hanno lasciato.

Poesie di Capodanno

13 belle e intense poesie di Capodanno

Scopri le più belle poesie di Capodanno per celebrare la fine di un anno e festeggiare quello nuovo con le parole di grandi poeti.