l'acqua

L’acqua. Dialogo tra Fotografia e Parola nel ricordo di Pietro Greco

Da miliardi di anni fa a dopodomani. Ecosistema terrestre vivente.

L’acqua, punto di arrivo di un lungo cammino (editoriale)

A giugno 2020 è uscito L’albero. È un originale bel volume di grande formato, opera di Roberto Besana, manager editoriale e fotografo, e di Pietro Greco, chimico e divulgatore scientifico. Dopo alcuni brevi scritti introduttivi, incontravamo 65 godibili chiari testi a sinistra, mentre a destra luminose foto in b/n completavano la comprensione e la percezione dell’argomento.

I due artisti scientifici avevano in programma un successivo testo sui paesaggi, ma Greco è scomparso in corso d’opera, improvvisamente. Roberto chiese a 65 amici, colleghi studiosi letterati scienziati, di rendersi disponibili alla stesura di inediti commenti destinati ad altre 65 nuove foto, ciascuno un proprio testo di circa 2.500 battute, tutti insieme un tributo a Pietro. Così nell’aprile 2021 è uscito Il paesaggio.

Ecco ora il terzo volume della serie, ancora “nel ricordo di Pietro Greco”, un’altra meraviglia!

La struttura del saggio

Dopo la presentazione di Besana e l’interessante introduzione del bravo giornalista e critico fotografico Sandro Iovine, seguono 67 bellissime foto con i relativi acuti commenti (e appropriati titoli), raggruppati in quattro significative distinte parti:

  • L’acqua
  • L’acqua e l’uomo
  • Le forme dell’acqua
  • La memoria dell’acqua.

Coautori e coautrici sono (in corsivo i tanti che hanno potuto confermare l’impegno): Aiello, Alinghieri, Armiero, Arpaia, Margherita Asso, Eva Benelli, Bischi, Francesca Boccaletto, Borgogno, Francesca Buoninconti, Buttiglieri, Lilly Cacace, Calzolaio, Camporesi, Paola Catapano, Rossana Cecchi, Cerroni, Ciccarese, Conte, Cotugno, Liliana Curcio, D’Alelio, De Rossi, Diaspro, Ereditato, Ferrari, Valentina Fortichiari, Gigliola Foschi, Fratoddi, Roberta Fulci, Fuso, Fuzzi, Elena Gagliasso, Gianoli, Lagonia, Leone, Loguercio, Lucchetti, Lucchin, Anna Luise, Luparia, Simona Maggiorelli, Patrizia Maiorca, Fulvia Mangili, Federica Manzoli, Mojetta, Moretto, Motta, Mulè, Daniela Palma, Pantaloni, Paoloni, Passarella, Pitrelli, Polizzi, Cristiana Pulcinelli, Rossi, Rufo, Sapienza, Sandrelli, Gabriela Scanu, Elisabetta Tola, Tozzi, Rossana Valente, Maria Luisa Vitale, Zanarini.

Chi è stato Pietro Greco

Il chimico, scrittore e divulgatore scientifico Pietro Greco (Barano d’Ischia, 1955 – Ischia 18 dicembre 2020) è stato una grande personalità della cultura scientifica e artistica europea degli ultimi decenni. A lungo giornalista de L’Unità, da ultimo caporedattore dello splendido magazine online dell’Università di Padova, Il Bo Live.

Per capirci. Ad autunno 2020 si potevano trovare in ogni libreria una decina di novità appena uscite in quello stesso anno, di cui Greco era autore (da aprile Trotula. La prima donna medico d’Europa, L’Asino d’oro; dal 10 settembre Quanti, Carocci; dal 29 settembre Homo. Arte e scienza, Di Renzo Editore Roma; da fine ottobre ETI, Intelligenze extraterrestri, Doppiavoce), o coautore (da giugno, appunto con Roberto Besana, L’albero, Töpffer; ancora da giugno con Gianni Battimelli e Giovanni Ciccotti, Il computer incontra la fisica teorica, Carocci), oppure curatore (da novembre Mezzogiorno di scienza, Dedalo).

Per varie ragioni, connesse al suo intero percorso biografico, intellettuale ed emotivo, il saggio su “Arte e scienza” storicizza le umane conoscenze e riassume il personale approccio scientifico e comunicativo.

All’alba del 18 dicembre 2020, per un cortocircuito elettrico che ha bloccato il battito del cuore, facendolo poi svenire e svanire nel sonno, l’improvvisa avara morte ha interrotto la sua vita, palpitante e generosa, ha privato la moglie Emilia Di Pace, i figli Francesco e Gaia, tanti altri cari affetti, migliaia di allievi dei suoi corsi, decine di migliaia di italiani e italiane che lo avevano frequentato (o ascoltato su Radio3 scienza), più o meno episodicamente, di continuare a godere delle sue qualità, espresse sempre con cortesia e competenza.

L’acqua cambia ma resta se stessa

Con L’acqua l’ottimo Roberto Besana (Monza, 1954, spezzino d’adozione ora), coautori e coautrici, ognuno e ognuna a proprio modo, rendono un personale omaggio al grande Pietro π Greco.

E aiutano a percepire e comprendere meglio che l’acqua cambia sempre ma resta sempre la stessa, niente la distrugge, la sua presenza coincide con la presenza di vita e con l’evoluzione di tutte le specie viventi negli ultimi quattro miliardi di anni, cellula più cellula meno, giorno più giorno meno.

Il libro

Roberto Besana(a cura di)
L’acqua. Dialogo tra Fotografia e Parola
Töpffer, 2022

Valerio Calzolaio

Valerio Calzolaio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

codice 612

Codice 612: con Michel Bussi scopriamo chi ha ucciso il Piccolo Principe!

Leggi il noir letterario Codice 612 e scopri con Michel Bussi cosa c'entrano il Piccolo Principe e il suo autore Antoine de Saint-Exupéry.

Guarigione

Guarigione: Gavin Francis e l’arte perduta della convalescenza

Leggi il libro Guarigione scritto dal dottor Gavin Francis e scopri l'arte della convalescenza necessaria per stare veramente bene.