Poker in letteratura

Non solo un gioco: il poker protagonista nella letteratura mondiale

Il poker, gioco affascinante dalle radici incerte, ha da sempre ispirato la letteratura, diventando protagonista di racconti ricchi di atmosfere intriganti e colpi di scena. La sua storia si è intrecciata nel corso dei secoli con i diversi tessuti sociali, diventando non solo un passatempo ma anche un elemento di cultura popolare e simbolo di svago e condivisione nelle varie fasce di popolazione. Prendendo spunto un po’ dalla storia del gioco, un po’ dalle sue caratteristiche, molti autori hanno scelto proprio il poker come ingrediente da utilizzare, in misura più o meno ampia, all’interno delle proprie produzioni letterarie. Ecco alcuni degli esempi più interessanti.

L’evoluzione del poker dai tavoli al digitale

La storia del poker affonda le sue radici almeno nel XIX secolo, quando negli Stati Uniti fece la prima comparsa un nuovo gioco di carte capace di far divertire coloro che viaggiavano sui battelli a vapore che risalivano il Mississippi. Da quelle prime esperienze, l’ascesa di questo passatempo è stata rapida, in particolare prima con l’affermazione del “Texas hold’em”, negli anni ’70, e poi con la trasformazione del gioco in un vero e proprio spettacolo seguito da milioni di appassionati grazie ai tornei e alle piattaforme online. Queste ultime, infatti, hanno avuto il merito di dare ulteriore slancio a un gioco già diffuso a livello globale, rendendolo ancora più accessibile al grande pubblico e consentendo non soltanto la partecipazione ai tornei, ma anche l’approfondimento di regole e strategie grazie a contenuti specifici.

Un gioco dal peso così rilevante nella società odierna, non poteva non incuriosire scrittori e artisti più in generale, che spesso hanno utilizzato proprio il poker nei propri lavori, talvolta come semplice elemento di contorno, altre come vero e proprio protagonista centrale della storia.

Poker in letteratura

The Cincinnati Kid

Richard Jessup, con il suo romanzo “The Cincinnati Kid,” ha portato i lettori a New Orleans negli anni ’30, immergendoli nel microcosmo del poker con personaggi come Eric Stoner e il leggendario giocatore Lancey Howard, che torna in città e si ritrova a sfidare il pokerista più apprezzato del momento. Riadattato successivamente per il mondo del cinema, il libro offre un contesto affascinante, rivelatosi un terreno fertile per creare una trama ad alta tensione.

La nobile arte del bluff

La nobile arte del bluff“, opera di Colson Whitehead, già autore di Zona Uno, offre invece un resoconto tutto personale sull’esperienza dell’autore con il poker. Il libro affronta temi come l’influenza del gioco sulla vita di individui provenienti da diverse parti del mondo: la sua partecipazione alle World Series di Texas Hold’em di Las Vegas nel 2011 ha infatti fornito uno sguardo approfondito sul duro allenamento e la preparazione necessari per competere a livelli internazionali, stimolando la curiosità di Whitehead verso questo mondo.

One of a kind

One of a Kind” di Nolan Dalla e Peter Alson, invece, si è concentra sulla biografia romanzesca di Stuey Ungar, un giocatore di poker prodigio il cui successo è stato oscurato dalla sua fragilità psicologica. Una storia che ha attraversato le frontiere culturali, rivelando in questo caso i pericoli della fama e del successo su una persona che si fa sopraffare dalla pressione.

Dead Money. Omicidio al casino

Per gli amanti del genere noir, molto interessante è invece “Dead Money. Omicidio al casino” di Rudy Stegemoeller, che utilizza il poker come base per creare un’intricata trama di indagini. La storia si svolge proprio durante un torneo e vede protagonista Mark Newcomb in una doppia sfida: da un lato, vincere al tavolo verde e dall’altro dimostrare la sua innocenza.

Quell’ultima mano di poker

Anche tra gli autori italiani non mancano proposte che, in qualche modo, si affacciano sul poker e sui giochi da casino. Maurizio Malavolta, per esempio, nel suo “Quell’ultima mano di poker” inserisce i videopoker utilizzandoli come pretesto per dare vita a un giallo molto avvincente, da leggere tutto d’un fiato.

La lista proposta non è, ovviamente, che una piccolissima parte dei romanzi provenienti da diverse tradizioni letterarie, che utilizzano le tante sfaccettature del poker per creare situazioni in grado di coinvolgere e appassionare i lettori. Ogni storia, però, offre una prospettiva unica, arricchendo il panorama letterario e dimostrando come questo gioco sia una fonte di ispirazione senza tempo per gli scrittori di tutto il mondo.

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.