Consigli su libri da leggere
3 consigli su libri da leggere

3 consigli su libri da leggere: Acqua, Profughi del clima e Storia dell’Adriatico

Se siete in cerca di consigli su libri da leggere, vi proponiamo tre titoli recenti che potrebbero soddisfare la vostra curiosità: Acqua di Ugo Leone, Profughi del clima di Francesca Santolini e Storia dell’Adriatico di Egidio Ivetic.

I nostri consigli su libri da leggere

Acqua, di Ugo Leone

Pianeta Terra. Da circa 4,5 miliardi di anni. Ne siamo fatti al 70 per cento, è il principale alimento quotidiano, condiziona in vario modo le giornate di ogni sapiens (e di ogni altro fattore biotico), ne parlano tutti e ne scrivono quasi tutti, non poteva mancare nella collana La parola alle parole: Acqua.

Se ne occupa uno dei docenti di politiche ambientali più competenti ed esperti d’Italia, Ugo Leone (Napoli, 1940), che si sofferma su cose e argomenti cruciali ma di minore diffusione. Parte dall’inizio, dalla formula chimica e dalla storia della vita, poi affronta inframezzando citazioni letterarie e scientifiche: il ciclo dell’acqua, la biodiversità nella distribuzione, i fiumi e i mari, gli inquinamenti, reali dinamiche e pericoli di indisponibilità, l’umano problema della mancata adduzione, l’idropolitica globale e locale, le infrastrutture e le dighe, l’acqua dal sole, il ghiaccio in un bicchiere. Non a caso, la dedica è “in ricordo di Giorgio Nebbia”.

Ugo Leone
Acqua
Doppiavoce, Napoli 2020

Profughi del clima, di Francesca Santolini

Ecosistemi invivibili. Prima, ora e ancora. Ormai da decenni i Profughi del clima sono più dei rifugiati politici e le migrazioni originate da problemi ambientali la maggioranza delle migrazioni forzate.

La giornalista esperta di questioni climatiche Francesca Santolini (Roma, 1977) riassume in un agile godibile volume informazioni e prospettive sul nesso tra effetti dei cambiamenti climatici antropici e fuga più o meno lenta di umani dai luoghi di nascita. Gli ecosistemi presi in esame sono significativi: Sahel, Bangladesh, aree secche, aree costiere, Alaska, Kiribati e le 43 isole-Stato, Siria, l’intera Africa.

La narrazione è giornalistica divulgativa, niente note, citazioni di libri e testimonianze di esperti come intercalare del testo, nodi giuridici e scenari futuri per sollecitare piena consapevolezza e azioni coerenti. Talora lo stile provoca qualche superficialità terminologica e comparativa. Ottima prefazione di Marco Impagliazzo, postfazione di Giampiero Massolo.

Francesca Santolini
Profughi del clima. Chi sono, da dove vengono, dove andranno
Rubbettino, Soveria Mannelli 2019

Storia dell’Adriatico, di Egidio Ivetic

Il mare orientale del Mediterraneo nella tettonica delle placche e fra ecosistemi umani. Per capire un mare occorre affrontare tre livelli e i connessi ecosistemi: elemento liquido, costa, territori gravitanti. L’Adriatico (dall’agglomerato umano meridionale di “Adria”) risulta il corridoio che unisce geologicamente tre continenti, storicamente Oriente e Occidente. 12.000 anni fa la pianura arrivava alle acque di fronte agli attuali Abruzzo e Dalmazia, poi cambiò.

Il bravo storico Egidio Ivetic (Pola, 1965) racconta splendidamente una Storia dell’Adriatico come mare chiuso di rotte e passaggi, traffici e migrazioni, conflitti e mescolanze.

La narrazione è cronologica, pur essendo alta l’attenzione per le diversità geografiche e i cambiamenti climatici. Ricchi gli apparati di note e bibliografico. Poi una sintesi dei periodi e delle date cruciali (soprattutto dai primi insediamenti greci fino al 2017 del Montenegro nella NATO), carte, toponimi e indice dei nomi (non di argomenti).

Egidio Ivetic
Storia dell’Adriatico. Un mare e la sua civiltà
Il Mulino, Bologna 2019

Foto | Priscilla Du Preez via Unsplash

Valerio Calzolaio

Valerio Calzolaio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Carlo Lucarelli, L’inverno più nero. Un’indagine del commissario De Luca

L’inverno più nero: Carlo Lucarelli racconta una nuova indagine del commissario De Luca

Leggi la recensione de L'inverno più nero nuova avventura del commissario De Luca scritta da Carlo Lucarelli e ambientata nella Bologna del 1944.

Manuela Monti e Carlo Alberto Redi, DNA. La vita in tre miliardi di lettere

DNA: Manuela Monti e Carlo Alberto Redi spiegano la vita in tre miliardi di lettere

Scopri di più sul libro DNA scritto dai biologi Manuela Monti e Carlo Alberto Redi e che ha l'affascinante sottotitolo La vita in tre miliardi di lettere.