racconti sugli animali

10 tra i migliori racconti sugli animali

Il mondo animale da sempre affascina in profondità l’uomo. Lo chiama perentoriamente a sé. Basta del resto entrare in una biblioteca perché il nostro sguardo si popoli all’istante di balene bianche. Orsi di montagna. Cani adoranti e fedeli e tutto un esercito di gatti che, dall’Antico Egitto a oggi, nascondono nei loro occhi di giada misteri fondi come la notte o sfuggenti come la luna.

Racconti sugli animali che non puoi perderti

Diamo allora insieme un’occhiata a queste storie scritte da penne famose in cui gli animali sono gli assoluti, indimenticabili protagonisti.

Vicende ora divertenti, ora inquietanti e rabbrividite, ma sempre pronte ad assorbire la vostra attenzione.

Soltanto la parola fine potrà, infatti, placare la vostra sete di lettore (almeno fino alla vostra prossima avventura sul dorso di un elefante indiano o magari – perché no – tra i pinguini dell’Antartide. In letteratura tutto è possibile).

Buone letture con i più bei racconti sugli animali!

Edgar Allan Poe, Il gatto nero

Una delle storie più celebri e amate di Poe. Due gatti neri, uno il fantasma dell’altro, che si muovono tra le pagine cupe e crepitanti. Una vendetta pronta a scattare, preparata passo dopo passo, miagolio dopo miagolio, ombra dopo ombra. Il felino ucciso, infatti, non ha nessuna intenzione di indietreggiare di fronte al suo assassino: a tutti costi vuole portare a termine il suo regolamento di conti.

Mark Twain, Il racconto del cane

Un storia scritta nel 1903 e raccontata dalla prospettiva del cane stesso. In verità, una cagnolina nata dall’incrocio tra un San Bernardo e una femmina collie. Ceduta ad altri, la piccola protagonista deve lasciarsi presto alle spalle la mamma e la sua vecchia casa, ma i nuovi proprietari l’accolgono fortunatamente con affetto e amore. Le avventure, tuttavia, non mancheranno.

Rudyard Kipling, Il gatto che camminava da solo

Una raccolta di racconti sugli animali che lo scrittore scrisse per rispondere alle tante curiosità della figlia sul mondo animale. Il lettore scoprirà così perché il dromedario ha una sola gobba o da dove vengono le macule del leopardo. Lungo la strada avrà altresì modo di incontrare anche il gatto che camminava da solo. Un libro incantevole. Dalla prima all’ultima pagina.

Saki, Tobermory e altri gatti

Una raccolta che lo scrittore inglese dedicò al gatto. Il racconto più celebre è certamente quello che ha come protagonista Tobermory, un gatto a cui il padrone ha insegnato a parlare. Gli effetti, tuttavia, di questi insegnamenti, saranno disastrosi, perché il felino dirà tutto quello che gli passa per la testa, senza alcuna censura.

Virginia Woolf, Flush

L’autrice di Gita al faro si cimenta qui con la biografia romanzata di Flush l’amatissimo cocker spaniel della poetessa Elizabeth Barrett Browning. In realtà dovremmo parlare di autobiografia, visto che i fatti vengono raccontati in prima persona proprio da Flush, prezioso testimone anche della vita della sua illustre padrona.

Jorge Luis Borges, La scrittura del dio

Un racconto che ruote intorno alla convinzione di un sacerdote maya, imprigionato insieme a un giaguaro, che la divinità abbia scritto un potente scongiuro nella pelle del grande felino. Per l’uomo le macchie dell’animale sono la scrittura del dio. Uno dei racconti più affascinanti del celebre scrittore sudamericano. Imperdibile.

Franz Kafka, Indagini di un cane

Una storia raccontata da un vecchio cane senza nome che, come un filosofo, indaga e cerca di capire i meccanismi e le norme incomprensibili che hanno regolato la sua esistenza. Alla fine l’animale di fronte al fallimento delle proprie indagini, tornerà ad affidarsi al proprio istinto di cane.

Julio Cortázar, Axolotl. Fine del gioco

Il racconto fa parte di una raccolta pubblicata nel 1956 sotto il titolo Fine del gioco. La progressiva ossessione del protagonista per gli axolotl, pesci dagli occhi dorati, porta l’uomo a una totale identificazione con questi abitanti dell’acquario locale. Esseri in cui vede un aspetto umano. Nel loro sguardo sembra brillare, infatti, una vera e propria coscienza.

Ursula K. Le Guin, La storia di una moglie

Pubblicato nel 1982, il racconto della scrittrice americana si dipana, pagina dopo pagina, senza rivelare mai la vera identità della protagonista. Il colpo di scena arriverà più o meno solo alla fine quando il lettore scoprirà che l’io narrante è una lupa sposata a un licantropo.

Angela Carter, In compagnia dei lupi

Il racconto della scrittrice inglese, ispirato a Cappuccetto rosso, ha avuto una trasposizione cinematografica grazie all’omonimo film diretto da Neil Jordan. Una storia oscura, complessa, in cui i lupi non solo divorano, ma rubano l’anima. La storia fa parte de La camera di sangue, raccolta di racconti dedicati alle fiabe del folklore.

Via | Interesting Literature
Foto | Bequest via Pixabay

Giorgio Podestà

Giorgio Podestà

Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon). Con Graphe.it ha pubblicato la silloge poetica «E fu il giorno in cui abbaiarono rose al tuo sguardo» e il saggio «Breve storia dei capelli rossi».

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Persuasione

10 curiosità sul romanzo Persuasione di Jane Austen che ti fanno venire voglia di leggerlo

Scopri alcune curiosità su Persuasione di Jane Austen e leggi questo romanzo meno noto della scrittrice britannica ma sempre molto intenso.

Maksim Gor’kij

Maksim Gor’kij, padre del realismo socialista

Scopri chi è stato Maksim Gor’kij, leggi le sue opere principali e anche una selezione di frasi e citazioni per conoscerlo meglio.