Tumore
Frasi sul tumore

Frasi sul tumore (con anche cosa non dire a chi ha il cancro)

Tumore. Cancro. La sola parola ci fa paura, e ce ne sono tutte le ragioni. Per questo la prevenzione e la diagnosi precoce sono le armi migliori per sconfiggere il tumore.

Alcune frasi sul tumore, pronunciate o scritte soprattutto da chi il cancro l’ha avuto, possono aiutarci a comprendere meglio la situazione.

Frasi sul tumore, per riflettere

  • Can-cro: due sillabe, una vita in frantumi. Forse un monito più che una condanna, forse una lezione di vita. Dura da accettare ma forse chissà indispensabile per iniziare a cambiare. Chi conosce la mia storia la definisce una tragedia, una disgrazia. Io semplicemente dico che è esperienza (Marina Neri)
  • Considerate le più recenti evidenze, si può grossolanamente stimare che circa un terzo dei tumori sia evitabile con cambiamenti della dieta. (Walter Willett)
  • Di sicuro [avere un cancro] è un’esperienza che fa uscire da un certo automatismo di comportamenti, da quell’andare avanti con inerzia, dando per scontate le cose. In queste circostanze, uno è obbligato a fermarsi e pensare. (Janez Drnovšek)
  • Dopo l’operazione chiesi di vederlo. A colpo d’occhio sembrava una pallina di marmo, innocua, quasi graziosa. Dopo alcuni giorni lo esaminai al microscopio, e mi resi conto di che cosa fosse capace riproducendosi. Capii che avevo un nemico dentro di me: un alieno, che ha invaso il mio corpo per distruggerlo. Ora abbiamo un rapporto di guerra: lui vuole ammazzarmi, io voglio ammazzare lui. (Oriana Fallaci)
  • Esiste un legame tra depressione e cancro? È scientificamente dimostrato: su cento persone che vengono a sapere di avere un cancro, novantacinque smettono di ridere. (Lia Celi)
  • Ho sconfitto il cancro alle ovaie, ma non ne ho mai parlato molto perché non voglio che mi si ricordi per quello. (Kathy Bates)
  • Il cancro è una parola, non una sentenza. (John Diamond)
  • Il cancro entra in noi o noi entriamo, ammalandoci, nella rivelazione del cancro universale? (Guido Ceronetti)
  • Il cancro… un processo di creazione impazzito, pensai. (Philip K. Dick)
  • Il carcinoma lavora astutamente dall’interno verso l’esterno. L’individuazione e la cura spesso lavorano più lentamente e a tentoni, dall’esterno verso l’interno. (Christopher Hitchens)
  • Il tempo si sta accorciando. Ma ogni giorno che sfido questo cancro e sopravvivo è una vittoria per me. (Ingrid Bergman)
  • Il tumore è una sfida che stiamo affrontando e che sicuramente non volevamo. Mi ha aiutato molto non identificarmi con il cancro: non sono il mio tumore. È un impedimento che mi trovo ad affrontare, ma sono rimasta una persona con sogni ma anche con progetti. (Emma Bonino)
  • Il tumore, spesso non sai d’averlo. Ci convivi, lui ti lavora dentro, e quando, alla fine, magari per un qualche accidente che non c’entra nulla, i medici lo scoprono, è ormai troppo tardi. La prevenzione, oggi lo sappiamo, diventa un atto fondamentale. (Mimmo Càndito)
  • L’importante è come vivi, quanto intensamente vivi, non quanto. Io spero di avere più tempo possibile, sto facendo tutte le cure, il problema è che continua a tornare questo tumore, vedremo quanto tempo avrò ancora, non molto credo. Io mi alzo la mattina e sorrido alla vita perché io amo la vita, l’ho sempre amata e l’amo anche adesso, ancora di più forse. (Nadia Toffa)
  • L’incapacità di pensare in positivo può pesare su un malato di cancro come una seconda malattia. (Barbara Ehrenreich)
  • La gente non ha il cancro. Si dice che lotta contro il cancro. Non c’è amico che non si astenga da questa immagine bellicosa: puoi sconfiggerlo. Lo ritrovi persino nei necrologi di quelli che la battaglia l’hanno persa. Non lo si applica a chi ha sofferto per anni di cuore o di un blocco renale. (Christopher Hitchens)
  • Le parole più belle che uno possa desiderare di sentire non sono più: «Ti amo», ma: «Non si preoccupi, è benigno!». (Woody Allen)
  • Non è il denominatore in sé a essere peggiorativo o rovinoso, ma il nome specifico «cancro». Fin quando una particolare malattia viene trattata come un predatore diabolico e invincibile, e non come una semplice malattia, quasi tutte le persone che ne sono affette non potranno che demoralizzarsi apprendendo di quale male soffrono. La soluzione non consiste dunque nel non dire più ai pazienti la verità, ma nel rettificare la loro idea della malattia, nel demistificarla. (Susan Sontag)
  • Non ho mai considerato il cancro come un’ingiustizia. Mi sono fatta forza ed ho cercato di venirne fuori. (Sam Taylor-Wood)
  • Non lasciare che il cancro porti via il meglio di te! (Anastacia)
  • Per esistere un cancro ha bisogno di un organismo vivente. Tutta la sua malvagità consiste nel fatto che “il meglio” che può fare è morire insieme al suo ospite. A meno che il suo ospite non trovi il modo di sradicarlo e di sopravvivergli. (Christopher Hitchens)
  • Quando hai una seconda possibilità nella vita, credici e vai fino in fondo. Io ne sono la prova. (Lance Armstrong)
  • Se non mi è concesso più di ridere perché ho il cancro, è come se fossi già morto. Bisogna essere capaci di guardare un film comico, raccontare barzellette, continuare a vivere. Non serve tornare continuamente sull’argomento; sarebbe come ricevere l’estrema unzione tutti i giorni. (David Servan-Schreiber)
  • Si sa, capita a tanta gente, ma non si pensa mai che potrebbe capitare a noi. Questo era sempre stato anche il mio atteggiamento. Così, quando capitò a me, ero impreparato come tutti e in un primo momento fu come se davvero succedesse a qualcun altro. «Signor Terzani, lei ha il cancro», disse il medico, ma era come non parlasse a me, tanto è vero — e me ne accorsi subito, meravigliandomi — che non mi disperai, non mi commossi: come se in fondo la cosa non mi riguardasse. (Tiziano Terzani)
  • Tutte le bugie che si dicono ai malati di cancro, e che essi stessi dicono, indicano quanto sia diventato difficile per le società industriali avanzate adattarsi alla morte. Dal momento che la morte è oggi ritenuta un evento oltraggiosamente insensato, la malattia che viene largamente considerata sinonimo della morte è sentita come qualcosa che bisogna nascondere. (Susan Sontag)
  • Un’oncia di prevenzione del cancro vale una tonnellata di cura del cancro. (Robert A. Wasche)

Le frasi da non dire a chi ha il cancro

Holley Kitchen, donna texana con un tumore al seno, ha pubblicato un video in cui racconta, tramite dei cartoncini, le frasi più insopportabili che le persone malate di cancro si sentono dire. Secondo lei: «A volte va bene anche non dire nulla, ma solo “Prego per te”… ma veramente».

Ecco quindi una lista di cose da non dire a chi ha il cancro: una sorta di approfondimento delle frasi sul tumore.

  • Ce la farai
  • Ma… sembri così in forma!
  • Sarà perché non ti sei presa abbastanza cura di te stessa
  • Sei così giovane!
  • Hai provato questa cura?
  • Anche mia nonna ce l’aveva. È morta. È stato terribile.
  • Hanno la cura per il cancro, ma la tengono segreta per fare soldi!
  • Continua a combattere!

Foto | Di Bibeh100 (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Roberto Russo

Roberto Russo

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

I libri di Marco Bianchi

I libri di Marco Bianchi, per stare bene anche a tavola

Scopri tutti i libri di Marco Bianchi che raccolgono insegnamenti e ricette del divulgatore scientifico, cuoco e star della tv con il pallino per la salute.

san Faustino

Perché san Faustino è patrono dei single

Scopri di più su san Faustino che si celebra il 15 febbraio e leggi perché da qualche anno è venerato come protettore delle persone single.