Wilbur Smith

Wilbur Smith: biografia e romanzi dello scrittore zambiano

Wilbur Smith (1933-2021) è uno dei più famosi scrittori contemporanei, autore di libri di grandissimo successo.

Biografia e opere di Wilbur Smith

Wilbur Addison Smith è nato il 9 gennaio del 1933 a Broken Hill, in Zambia: ha origini britanniche, ma è zambiano e ha sempre ammesso di avere un profondo legame con l’Africa, nonostante viva e lavori da tempo a Londra. Non è un caso che molti dei suoi romanzi siano ambientati in alcuni insediamenti delle zone meridionali del Continente Nero. Wilbur Smith è stato sposato per quattro volte e ha avuto tre figli. La terza moglie è stata una delle sue muse più importanti.

Lo scrittore si è laureato in scienze commerciali nel 1954 e ha lavorato come contabile negli anni a seguire. I primi libri scritti non hanno ottenuto successo tra gli editori africani ed europei ai quali Wilbur Smith li presentò. La svolta avvenne quando un editore londinese lo contattò: da lì decise di raccontare nei suoi libri quello che conosceva meglio, vale a dire l’Africa con la sua flora, la sua fauna, l’oceano, la popolazione locale, la storia del Continente Nero.

I suoi libri più famosi

Il suo primo romanzo è stato Il destino del leone, primo di una lunga serie di successo, che in seguito prenderà il nome di “Ciclo dei Courtney”: a questo libro ne sono seguiti altri trentaquattro e oltre alla saga dei Courtney, ce n’è stata un’altra di grande successo, il ciclo di Hector Cross. Stando ai calcoli, ha venduto 140 milioni di copie dei suoi oltre quaranta romanzi. Di questa enorme mole di vendita, circa 24 milioni sono state vendute qui da noi, in Italia.

Tra le opere di maggiore successo di Wilbur Smith possiamo citare Uccelli da preda, Monsone, Cacciatori di diamanti, Il settimo papiro, Il destino del cacciatore.

Alcune citazioni di Wilbur Smith

Dai suoi libri, ecco delle citazioni famosissime:

  • Ci sono situazioni in cui il piacere è notevolmente amplificato dall’attesa. E una di queste è la lettura.
  • È nel suo declino che una nazione produce le sue opere d’arte più belle.
  • La cura migliore per il razzismo è trovarti di fronte a qualcuno che ti spara addosso. Non importa il colore della pelle di chi viene a salvare la tua… bianco o nero, sei disposto ad abbracciarlo.
  • Le necessità della vita sono ingigantite cento volte dalla gioventù, ma parimenti alleviate dall’effetto mitigante dell’età.
  • Non l’ha detto nessuno che la vita dev’essere facile. Se lo fosse, non le daremmo alcun valore.
  • Quando le cose diventano difficili, è il lavoro giusto per una donna.

Foto | Di Vesi libra (Opera propria) [CC BY-SA 3.0 o GFDL], attraverso Wikimedia Commons

Miranda

Miranda

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Il funerale di Emanuele

Il funerale di Emanuele: riassunto del testo di Roberto Saviano

Leggi il riassunto de Il funerale di Emanuele, noto anche come Il funerale di Manù, passo del celebre libro Gomorra di Roberto Saviano.

Irma Gramatica, Pierre Blanchar e Nella Maria Bonora in una foto di scena del film Il fu Mattia Pascal, regia di Pierre Chenal (1937)

Il fu Mattia Pascal: riassunto breve

Scopri Il fu Mattia Pascal celeberrimo romanzo di Luigi Pirandello che affronta un tema importante quale quello dell'identità personale.