Insetti bibliofagi

Attenzione ai tuoi libri: gli insetti bibliofagi sono un pericolo reale!

Gli insetti bibliofagi sono un problema serio per chi possiede una biblioteca o una collezione di libri. Questi insetti, attratti dalla composizione dei libri, possono causare danni irreparabili.

Ma perché gli insetti mangiano i libri? La risposta sta nella composizione dei libri. La carta è composta principalmente da cellulosa, un materiale che è molto appetibile per gli insetti. Inoltre, i libri spesso contengono altri materiali che possono essere mangiati dagli insetti, come gli adesivi e le colle.

Il problema degli insetti bibliofagi è più frequente nei libri antichi: la carta in uso oggi per i libri è molto più acida rispetto al passato e non piace agli insetti (e, spesso, nemmeno a noi umani: alcuni libri sono stampati su carta pessima!).

Quali sono i tipi di insetti bibliofagi?

Esistono diverse specie di insetti bibliofagi, ma i più comuni sono:

  • pesciolino d’argento: è un piccolo insetto argentato a forma di goccia con antenne e una lunga coda. Mangia la carta fino a fare un buco;
  • tarlo: è l’insetto bibliofago più comune. Scava gallerie nella carta, danneggiando gravemente le pagine;
  • tarme: si tratta di insetti simili alla farfalla. Mangiano la carta, gli adesivi e altri materiali;
  • termiti: sono insetti sociali che possono causare danni anche molto gravi ai libri.

Come proteggere i tuoi libri dai pesciolini d’argento, tarli e altri insetti

Per proteggere i libri dagli insetti bibliofagi, è importante seguire questi consigli:

  • Evitare di mettere i libri in luoghi umidi e bui, che sono un ambiente perfetto per la proliferazione di questi insetti;
  • pulire regolarmente i libri aiuterà a rimuovere eventuali tracce di cibo o altre sostanze che potrebbero attirare gli insetti (e, mi raccomando, non fate come Antonio Magliabechi – 1633/1714 – che usava sardelle e fette di insaccati come segnalibri!);
  • controllare i libri regolarmente per eventuali segni di infestazione: se notate buchi o macchie sulla carta, è possibile che i libri siano stati infestati;
  • in caso di infestazione, è importante rivolgersi a un esperto per eliminare gli insetti senza rovinare i libri.

Per ridurre il rischio di infestazioni, è importante adottare misure preventive. Ecco alcuni consigli aggiuntivi:

Seguendo questi consigli, è possibile proteggere i propri libri dagli insetti bibliofagi e preservare la propria collezione letteraria per le generazioni future.

Foto | Leonid_Eremeychuk via Depositphotos

Roberto Russo

Roberto Russo

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

leggere in vasca da bagno

Come leggere comodamente in vasca da bagno

Leggere in vasca da bagno è una bella esperienza: scopri come rilassarsi con un libro nella vasca da bagno e leggere in ammollo.

figura paterna

Padri: eroi, confidenti, guide. 8 libri per scoprire la complessità della figura paterna

Immergiti in 8 romanzi che raccontano la figura paterna in tutte le sue sfumature: scopri le emozioni e le sfide legate al ruolo del padre.