Asteroid Day

5 libri sugli asteroidi (per l’Asteroid Day e non solo)

L’Asteroid Day è un giorno per stimolare una sensibilità più consapevole sul problema degli impatti di asteroidi, libera da sterili allarmismi.

Si tratta di un evento internazionale che cade il 30 giugno perché proprio in questa data, ma nel 1908, si verificò l’evento di Tunguska, vale a dire l’ultimo catastrofico ingresso nell’atmosfera terrestre del frammento di un corpo celeste (meteorite o cometa).

Le motivazioni che ci sono dietro l’Asteroid Day sono semplici. Fornire informazioni corrette e scientificamente valide, anche perché, spesso, ci sono troppi allarmismi (a volte fomentati dai media), come anche diverse sono le credenze sbagliate sull’argomento. E la scelta dell’evento di Tunguska è importante in tal senso. Come è noto: “l’evento di Tunguska ha alimentato una ricca letteratura pseudoscientifica viva ancor oggi: attorno alle cause sono stata avanzate numerose ipotesi implicanti gli UFO, l’antimateria, i buchi neri o altri fenomeni mai dimostrati. C’è persino l’ipotesi che l’evento sia stato causato dall’attivazione della Wardenclyffe Tower di Nikola Tesla” (Wikipedia).

Promotore dell’Asteroid Day è il regista tedesco Grigorij Richters che ha girato un film sull’argomento dopo aver visto un documentario sugli asteroidi. Con Grigorij Richters collaborano Rusty Schweickart, come consigliere scientifico, e Adam Bader, per tutto quello che riguarda la comunicazione.

Cinque libri da leggere per l’Asteroid Day

  • Jean-Luc Robert-Esil e Jacques Paul, Piccolo libro sull’universo. Asteroidi, buchi neri, onde gravitazionali e altri interrogativi sul cosmo (Dedalo, 2015). Quante galassie ci sono nell’Universo? Possiamo tuffarci in un buco nero? Dobbiamo aver paura dei raggi cosmici? E cosa c’era prima del Big Bang? Un libro sulla storia e il destino del cosmo scritto in maniera chiara, esaustiva e avvincente.
  • Renzo Baldini, Dizionario degli asteroidi. Astronomia, mitologia, astrologia, da Abante a Zeus (Edizioni Federico Capone 2012): uno sguardo agli asteroidi dal punto di vista più socio-culturale.
  • Adrian Fartade, Come acchiappare un asteroide (Rizzoli, 2020). Il sottotitolo di questo saggio è esplicativo: “Viaggio alla scoperta dei corpi celesti minori che ci aiuteranno a salvare la Terra”. L’idea è, quindi quella di approfondire non solo gli asteroidi, ma anche meteoroidi, proto-pianeti, centauri, troiani, plutini oltre che di comete a corto e lungo periodo. Perché tutti questi corpi celesti non sono solo sassi insignificanti che vagano nello Spazio!
  • Walter Ferreri, Guida pratica all’astronomia (Gruppo B, 2010). La guida è composta da quindici capitoli illustrati, come un vero e proprio ABC per l’amante del cielo, con anche alcuni consigli su come osservare gli asteroidi.
  • Antonio De Blasi – Angelo Piemontese – Fabio Stefanelli, Dal caso Tunguska a 99942 Apophis. Quando il pericolo arriva dal cielo (Clueb 2008). Con spirito divulgativo, questo volume focalizza l’attenzione del pubblico sul reale rischio degli impatti da meteoriti, senza creare allarmismi ingiustificati. Si analizza il disastro di Tunguska e poi ci si pongono gli immancabili interrogativi: cosa accadrebbe se si verificasse nuovamente un impatto catastrofico come quello di Tunguska o, peggio ancora, come quelli della preistoria? Qual è la probabilità che simili eventi si ripetano? Quali sono le contromisure approntate dagli enti spaziali internazionali per impedire che si ripetano?

Foto | Thomas Breher via Pixabay

Disclaimer: su alcuni dei titoli linkati in questo articolo, Libri e parole ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi per l’utente finale. Potete cercare gli stessi articoli in libreria, su Google e acquistarli sul vostro store preferito.

Roberto Russo

Roberto Russo

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

curiosità letterarie sul natale

4 curiosità letterarie sul Natale

Scopri alcune delle più simpatiche curiosità letterarie sul Natale per vivere più intensamente questa festa tanto cara al cuore di tutti.

J. R. R. Tolkien

Tolkien era un tipo all’antica

Scopri alcune curiosità du Tolkien, autore de Il Signore degli anelli, uomo all'antica, in stile old fashion che non amava la tecnologia.