Richard Matheson

8 curiosità su Richard Matheson, autore di “Io sono leggenda” (e non solo)

Il suo nome evoca subito Io sono leggenda. Il romanzo post-apocalittico che non solo gli diede grande fama, ma che lo catapultò sia nella Hollywood dei vecchi Studios che nel mondo della nascente televisione, pronto in quegli anni pionieristici ad accogliere sceneggiatori lungimiranti e di talento.
Furono decenni in cui la penna di Richard Matheson (1926-2013) siglò storie indimenticabili per Alfred Hitchcock presenta e Ai confini con la realtà, due serie che hanno veramente fatto la storia della tv.

Curiosità da conoscere su Richard Matheson

Se volete saperne di più sul suo estro tutto guizzi e zolfo, orrore e mistero, eccovi otto cose che pochi conoscono sul conto dell’infaticabile e talentuosissimo Richard Matheson; da come nacque la sua passione per i vampiri alle sceneggiature di veri e propri blockbuster che hanno sedotto (e spaventato a morte) milioni e milioni di spettatori sopra e sotto l’Equatore.

1. Il film su Dracula del 1931 ispirò Io sono leggenda, il grande successo di Richard Matheson

Adolescente, Richard Matheson vide il film in cui Bela Lugosi interpreta Dracula, il celebre vampiro creato dall’immaginazione di Bram Stoker. Fu una sorta di colpo di fulmine che lo portò a scrivere anni dopo Io sono leggenda. Se un solo vampiro suscita tanto terrore, si domandò il futuro scrittore, cosa potrebbe mai succedere se tutto il mondo venisse un giorno invaso da un vero e proprio esercito di succhia-sangue?

2. Matheson combatté nella Seconda guerra mondiale

Dei suoi anni passati in guerra, l’autore amava soprattutto ricordare il periodo dell’addestramento quando di notte, mentre le altre reclute dormivano, egli se ne andava nelle latrine per leggere in santa pace Dracula, il suo libro del cuore.

3. Richard Matheson iniziò la carriera scrivendo racconti

Dopo essersi laureato in giornalismo, Richard Matheson pubblicò nel 1950 il suo primo racconto nella rivista The Magazine of Fantasy and Science Fiction. Era la storia di un bambino mostruoso tenuto prigioniero in cantina da genitori altrettanto mostruosi. Un racconto che colpì per la sua spaventosa originalità.

4. Molte sue opere sono state adattate per il grande schermo

Tanti sono i film ispirati dai romanzi e dai racconti di Richard Matheson. Da Radiazioni BX: distruzione uomo a L’ultimo uomo della Terra, passando per Echi mortali e L’uomo dalle due ombre. Per chi ama l’horror e la fantascienza sono tutti titoli imperdibili!

5. Lo scrittore rimase sempre deluso degli adattamenti cinematografici di Io sono leggenda

Lo scrittore non fu mai contento della varie trasposizioni cinematografiche del suo romanzo più famoso. Matheson arrivò a definire The Omega man risibile. Ebbe solo complimenti per La notte dei morti viventi che nel 1968 George A. Romero aveva basato in parte sul suo libro.

6. Matheson fu un prolifico sceneggiatore sia per il piccolo che il grande schermo

Dalla sua penna sono nati diversi episodi di Ai confine della realtà. Matheson ha anche collaborato con altre celebri serie come Amazing Stories di Spielberg(1985-1987) e Star Trek: The Original Series (1966-1969). Per il cinema non possiamo non citare Lo squalo 3.

7. Io sono leggenda ha ispirato scrittori come Stephen King e Anne Rice

Sia Stephen King che Anne Rice hanno ripetutamente riconosciuto l’influenza che Richard Matheson ha esercitato su di loro. Il suo capolavoro Io sono leggenda è stata una costante fonte di ispirazione non solo per loro, ma anche per tanti altri scrittori di genere horror.

8. Tre suoi figli sono diventati scrittori o sceneggiatori.

Chris Matheson è noto per aver creato la serie di film Bill & Ted con Ed Solomon.

Ali Matheson per Rugrats e Halloweentown (1998) e Richard Christian ha scritto e pubblicato fiction di genere horror, collaborando anche con il padre in Loose Cannons. Quando Matheson è scomparso nel 2013, i due stavano lavorando a una nuova versione di The Shrinking Man.

Via | Mentlafloss
Foto | JaSunni at PicasaWeb, CC BY-SA 3.0, attraverso Wikimedia Commons

Giorgio Podestà

Giorgio Podestà

Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon). Con Graphe.it ha pubblicato la silloge poetica «E fu il giorno in cui abbaiarono rose al tuo sguardo» e il saggio «Breve storia dei capelli rossi».

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Persuasione

10 curiosità sul romanzo Persuasione di Jane Austen che ti fanno venire voglia di leggerlo

Scopri alcune curiosità su Persuasione di Jane Austen e leggi questo romanzo meno noto della scrittrice britannica ma sempre molto intenso.

Maksim Gor’kij

Maksim Gor’kij, padre del realismo socialista

Scopri chi è stato Maksim Gor’kij, leggi le sue opere principali e anche una selezione di frasi e citazioni per conoscerlo meglio.