Italo Calvino (1923-1985)
Italo Calvino (1923-1985)

Italo Calvino: le frasi più belle

Italo Calvino (Santiago de Las Vegas de La Habana, 15 ottobre 1923 – Siena, 19 settembre 1985) è stato uno dei narratori più significativi del Novecento italiano e nelle sue opere troviamo diversi temi, dal neorealismo dei primi scritti all’impronta allegorico-fiabesca delle sue produzioni più mature. Italo Calvino è stato sempre uno sperimentatore di linguaggi e generi e nei suoi testi troviamo sia una descrizione analitica che lirismo e ironia, il tutto supportato da riflessioni sul senso ultimo dell’esistenza umana.

Tante sono le opere di Italo Calvino che vale la pena di leggere: ricordiamo qui quelle che sono considerate le principali, vale a dire Il visconte dimezzato (1952), Il barone rampante (957), Il cavaliere inesistente (1959), Le città invisibili (1972), Sotto il sole giaguaro (postumo, 1986). E ancora: Marcovaldo (1963), Le cosmicomiche (1965), Se una notte d’inverno un viaggiatore (1979).

Le frasi più belle di Italo Calvino

  • Anche per chi ha passato tutta la vita in mare c’è un’età in cui si sbarca (Il barone rampante)
  • Anche quando pare di poche spanne, un viaggio può restare senza ritorno. (Il barone rampante)
  • Chi ha l’occhio, trova quel che cerca anche a occhi chiusi. (Marcovaldo)
  • Chi vuole guardare bene la terra deve tenersi alla distanza necessaria. (Il barone rampante)
  • I classici sono quei libri di cui si sente dire di solito: «Sto rileggendo…» e mai «Sto leggendo…». (Perché leggere i classici)
  • I lettori sono i miei vampiri (Se una notte d’inverno un viaggiatore)
  • Il genere umano è una zona del vivente che va definita circoscrivendone i confini. (dall’introduzione a Plinio il Vecchio, Storia naturale, Einaudi)
  • Il luogo ideale per me è quello in cui è più naturale vivere da straniero. (Eremita a Parigi. Pagine autobiografiche)
  • Il rischio che abbiamo corso è stato vivere: vivere sempre. (Ti con zero)
  • La conoscenza del prossimo ha questo di speciale: passa necessariamente attraverso la conoscenza di se stesso (Palomar)
  • La forza dell’eremita si misura non da quanto lontano è andato a stare, ma dalla poca distanza che gli basta per staccarsi dalla città, senza mai perderla di vista. (Il castello dei Destini Incrociati)
  • La lettura è solitudine. Si legge da soli anche quando si è in due. (Se una notte d’inverno un viaggiatore)
  • La vita d’una persona consiste in un insieme d’avvenimenti di cui l’ultimo potrebbe anche cambiare il senso di tutto l’insieme (Palomar)
  • Le città come i sogni sono costruiti di desideri e di paure (Le città invisibili)
  • Nell’eros come nella ghiottoneria, il piacere è fatto di precisione. (dall’introduzione a Charles Fourier, Teoria dei quattro movimenti, Einaudi, 1971)
  • Non possiamo conoscere nulla d’esterno a noi scavalcando noi stessi […] L’universo è lo specchio in cui possiamo contemplare solo ciò che abbiamo imparato a conoscere in noi (Palomar)
  • Quando ho più idee degli altri, do agli altri queste idee, se le accettano; e questo è comandare (Il barone rampante)
  • Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che poi venga scoperto (Se una notte d’inverno un viaggiatore)
  • Solo dopo aver conosciuto la superficie delle cose… ci si può spingere a cercare quel che c’è sotto. Ma la superficie delle cose è inesauribile (Palomar)
  • Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo “Se una notte d’inverno un viaggiatore” di Italo Calvino. Rilassati. Raccogliti. Allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell’indistinto. La porta è meglio chiuderla; di là c’è sempre la televisione accesa (incipit di Se una notte d’inverno un viaggiatore)
  • Tutti abbiamo una ferita segreta per riscattare la quale combattiamo (Il sentiero dei nidi di ragno)

Foto | Wikipedia

Libraio

Libraio

Nata nell’estate 2005, la Graphe.it edizioni è il coronamento di un desiderio tanto profondo da poter essere catalogato come sogno e, come casa editrice, pur nella sua ridottissima dimensione, desidera coltivare i sogni nella vita di ogni giorno convinti che, come sosteneva Arthur Schopenhauer, la vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare. La Graphe.it edizioni si propone di dare voce a scrittori, esordienti o meno, che abbiano qualcosa da dire in maniera nuova e che, forse, non trovano ascolto... Intenzione della Graphe.it edizioni è perseguire la massima circolazione delle idee. Vorremmo che le culture di tutti i paesi soffiassero per la nostra casa con la massima libertà.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Frasi per il battesimo

Frasi per il battesimo: come fare gli auguri

Leggi le citazioni e frasi per il battesimo per formulare gli auguri in una giornata speciale e ricca di fede come è quella del battesimo.

Howard Phillips Lovecraft (1890–1937)

Chi era Lovecraft, maestro della letteratura horror

Howard Phillips Lovecraft (1890–1937) è considerato tra i maggiori scrittori di letteratura horror e precursore della fantascienza angloamericana.