Sindrome di Peter Pan
Sandy Duncan veste i panni di Peter Pan in una rappresentazione a Broadway

La sindrome di Peter Pan: 5 libri da leggere per riconoscerla e affrontarla

Non ha nessuna voglia di crescere né tantomeno di impegnarsi, detesta assumersi responsabilità, ha comportamenti immaturi e spesso infantili: è l’identikit della persona affetta dalla sindrome di Peter Pan.

Chi di noi non ha mai avuto a che fare con un eterno bambino? E a chi non è mai capitato di sentirsi così sopraffatto dalle responsabilità da agognare la spensieratezza dell’infanzia?

Qualche anno fa la politica italiana ne banalizzò il profilo psicologico con l’infelice epiteto “bamboccione”, ma la realtà richiede di andare al di là dello stereotipo del trentenne attaccato alle sottane di mamma.

In psicologia la Sindrome di Peter Pan è considerata un vero e proprio disturbo della personalità, che può essere fonte di grandi disagi psicologici per chi ne soffre, ma anche per chi sta vicino ad un eterno bambino.

5 libri sulla sindrome di Peter Pan che vale la pena leggere

Acquisire consapevolezza su queste problematiche può essere il primo passo per accorgerci che è necessario fare dei cambiamenti, per aiutare qualcuno che ci è vicino o per crescere i nostri figli in modo che non rimangano degli eterni bambini. Ecco allora qualche consiglio di lettura per chi vuole approfondire la sindrome di Peter Pan.

Peter Pan, di J. M. Barrie

Sembrerà un consiglio banale, ma il modo migliore per conoscerla è leggere l’opera da cui la sindrome di Peter Pan prende il nome. Dimenticatevi del celebre cartone Disney, perché il libro a cui si ispira è molto inquietante e profondo. I risvolti psicologici sono numerosissimi e vi faranno riflettere. La storia stessa dell’autore parla chiaro: tanto per dirne una, James Barrie aveva una relazione morbosa con sua madre e fu sempre di costituzione particolarmente gracile. Il suo capolavoro – ma anche la sua storia personale – sono l’emblema dell’adulto-bambino.

La crisi dell’adulto. La sindrome di Peter Pan, di Giovanni Cucci

Questo è il libro da leggere per avere una panoramica generale su quelli che sono i sintomi tipici di chi è affetto da questo disturbo della personalità e sulle cause che lo scatenano. Ma l’autore non si ferma qui: la sua riflessione ha un respiro molto ampio, e tocca anche la società. Gli adulti-bambini che conosciamo così bene non sono altro che il prodotto di una civiltà in crisi, che non vuole evolversi.

Paura di crescere. Sindrome di Peter Pan e ribellione nel racconto di formazione contemporanea, di Manuela Lascala

Questo è il libro perfetto per gli amanti di cinema e letteratura: la riflessione sulla paura di crescere parte dall’analisi di testi e film contemporanei che si pongono come racconti di formazione. Anche in questo caso l’analisi porta ad una riflessione riguardante una società in crisi.

Esco a fare due passi, di Fabio Volo

Cambiamo completamente genere per immergerci nel mondo di un moderno Peter Pan, tutto musica, sesso e canne. Attraverso i racconti del protagonista Nico, ventottenne irrimediabilmente allergico alle responsabilità, possiamo riscoprire quelle parti di noi che un po’ ci fanno vergognare, ma che ci ricordano che la paura di crescere è estremamente comune.

Alla ricerca delle coccole perdute, di Giulio Cesare Giacobbe

Un saggio divulgativo e ironico sullo sviluppo della personalità. L’autore, psicologo e grande conoscitore delle culture orientali, spiega come gran parte delle nevrosi, comprese quelle più diffuse come l’ansia, derivano da una personalità infantile non evoluta. Il tema è affrontato allo stesso tempo con leggerezza e competenza. Questo divertente e scorrevole libro ci dice che la sindrome di Peter Pan è più comune di quel che si pensa, ma ci fornisce anche gli strumenti per prenderne consapevolezza e porvi rimedio.

Foto | Billy Rose Theatre Division, The New York Public Library. “Actress Sandy Duncan in a scene fr. the Broadway revival of the musical “Peter Pan.” (New York)” The New York Public Library Digital Collections. 1979.

Eleonora Cocola

Eleonora Cocola

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.