il grande mare dei sargassi

Il grande mare dei sargassi: Jean Rhys narra le vicende della prima signora Rochester

Il successo di Il grande mare dei sargassi, pubblicato in Inghilterra nel 1966 (e da noi in Italia per la prima volta nel 1971), fu enorme. Per molti, forse inimmaginabile. Jean Rhys (1890-1979), la sua infelice autrice, venne dall’oggi al domani miracolosamente ripescata da quel mare di solitudine e di oblio in cui viveva ormai da diversi decenni.

Un clamore che la portò a vincere in pochi mesi due tra i più prestigiosi premi letterari del Regno Unito: il Royal Society of Literature Award e il W. H. Smith Award.

Il grande mare dei sargassi

Il grande mare dei sargassi
Jean Rhys, Il grande mare dei sargassi

Il romanzo Il grande mare dei sargassi, a cui la scrittrice domenicana deve questo trionfante ritorno, affonda le sue radici in un vero e proprio classico della letteratura d’oltremanica come Jane Eyre.

Da lì la scrittrice prende infatti il la, raccontandoci le vicende della prima signora Rochester, quella Antoinette Cosway che, sfuggita per l’ennesima volta al controllo di Grace Poole, darà fuoco all’antica dimora del marito, perendo drammaticamente tra le fiamme.

Ma qual è la vera anima di questa donna segregata nei solai di Thornfield Hall? Quali segreti nasconde nel suo cuore? Quale dolore la devasta fino al delirio? Alla pazzia?

Jean Rhys ci fa entrare – indimenticabilmente – nella mente di questa giovane ereditiera domenicana. Ce ne mostra prima l’infanzia, poi l’avvampato amore per il marito, giunto sull’isola per costruirsi, come secondogenito di una famiglia di buon lignaggio, una posizione nelle remote colonie di un impero allora vastissimo.

Il grande mare dei sargassi è un romanzo diviso in tre parti, dove Antoinette e Rochester, alternandosi nella narrazione, ci danno, capitolo dopo capitolo, la loro personale versione della amara vicenda. Una vicenda dall’epilogo noto, ma che qui ci mostra segreti e retroscena di quel lungo, infelice dramma che fu la vita di Antoinette Cosway, prima signora Rochester.

Il libro

Jean Rhys
Il grande mare dei sargassi
traduzione di Adriana Motti
Adelphi 1971

Giorgio Podestà

Giorgio Podestà

Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon). Con Graphe.it ha pubblicato la silloge poetica «E fu il giorno in cui abbaiarono rose al tuo sguardo» e il saggio «Breve storia dei capelli rossi».

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

gatti in biblioteca

Breve storia dei gatti in biblioteca

Scopri come è nata la tradizione dei gatti in biblioteca e come ancora oggi i felini si muovano felici tra i libri di alcune biblioteche.

Donne scrittrici

10 donne scrittrici contemporanee di Shakespeare

Scopri chi sono state le donne scrittrici e poetesse coeve di Shakespeare e leggi le loro opere per conoscerle meglio.