Libri da leggere in estate
Libri da leggere in estate

Libri da leggere in estate tra gialli, racconti e saggistica

Molte sono le proposte di libri da leggere in estate. Come diceva José Saramago, però, l’importante è definire la propria «“famiglia dello spirito” letteraria a cui vi sentite più legati».

Se comunque cercate consigli nell’ambito del noir e della spy story, Valerio Calzolaio ha cinque suggerimenti da darci.

5 libri da leggere in estate

I consigli sui libri da leggere in estate sono raccolte di racconti, spy story e saggistica.

Giallo sardo, antologia di autrici e autori sardi

Sardegna. Fino a ora. In un appartamento di circa 150 mq a Nuoro muore nel sonno la famiglia Dessena, asfissiata: figlio, genitori, nonna materna. Si salva solo la figlia maggiore, Enrica aveva trascorso serata e gran parte della notte col fidanzato Michele e amici in vari locali cittadini. Lo scopre al rientro, è un dramma. Fortunatamente selfie e telecamere aiutano a capirci qualcosa.

Il testo Confirmation bias dello scrittore sardo più importante e famoso Marcello Fois (Nuoro, 1960) apre una bella raccolta, nove racconti di dieci autori diversi, Giallo sardo. Sono Fois, Abate, Auriemma e Troffa, Eleonora Carta, Delizzos, Mandreu, Costa, Pulixi, Ilenia Zedda, Zucca.

Narrano squarci e storie sull’isola dal Medioevo ai giorni nostri, in genere in terza. In fondo opportune note biografiche su ogni autore. Non ci si innamora ma ci si ammala della Sardegna, soprattutto se ci si è nati (nord, sud, centro, est, ovest), ovunque si trascorra altro tempo di vita. E di crimini.

Giallo sardo
Piemme, 2020

Il fattore umano, di Graham Greene

Londra. Anni settanta. Maurice Castle è uno stimato funzionario dei servizi MI6, vi lavora ormai da trent’anni. Una svolta l’ha avuta nel Sudafrica dell’apartheid, è tornato con una giovane amata moglie bantu e il figlio nero di lei. Ha scelto di riprendere casa nei luoghi natii di campagna, a Berkhamsted, ci mette meno di un’ora in treno per andare e tornare dall’ufficio; è il responsabile della Sezione 6 che segue gli affari africani.

Viene scoperta una fuga di informazioni e inizia una storia di indagini e tradimenti con un certo peso da assegnare forse a Il fattore umano, una magistrale spy-story del grande scrittore e diplomatico inglese Graham Greene (Berkhamsted, 1904 – Corsier-sur-Vevey, Svizzera, 1991), meritoriamente riproposta da Sellerio con aggiornati filtri critici.

Il filo narrativo riguarda la slealtà, a chi e cosa riferirla, agli inevitabili tragici disperati incoerenti conflitti di molti fra vizi e virtù, patria e pianeta, interessi e famiglia, valori e fedi.

Graham Greene
Il fattore umano
con una nota di Enrico Deaglio
cura e postfazione di Domenico Scarpa
traduzione di Adriana Bottini
Sellerio, 2020

Lo splendore del niente e altre storie, di Maria Attanasio

Calacte. 1693-1789. Maria Attanasio (Caltagirone, 1943) è passata dalla poesia alla prosa per raccontare la sua città della Sicilia interiore, in provincia di Catania, a una settantina di chilometri dalla costa. I sette racconti qui assemblati erano già stati editi tra il 1994 e il 2014, tutti riferiti a protagoniste vissute e a vicende accadute tra due e quattro secoli fa. L’autrice spiega la raccolta oltre che con una breve introduzione (Frammenti di un’oscurata genealogia) con accurate “notizie” finali che mostrano la ricerca documentaria su cronache e leggi dell’epoca, innanzitutto sul terremoto del 1693, sulla norma per sopprimere i gatti di metà Settecento e sulle periodiche invasioni d’insetti e di cavallette.

In Lo splendore del niente e altre storie le figure femminili (Catarina, Francisca, Annarcangela, Ignazia e le altre) prendono sempre spunto da tracce di donne ribelli realmente esistite: mogli innamorate, pittrici, baronesse, avvelenatrici, badesse, braccianti.

Maria Attanasio
Lo splendore del niente e altre storie
Sellerio, 2020

Madri e no, di Flavia Gasperetti

Mammiferi sapienti. Ovunque. Alcuni libri trattano di argomenti necessari, Madri e no di Flavia Gasperetti (Roma, 1977) è uno di questi.

L’autrice prende di petto una libera scelta della sua vita, non avere figli; riflette sulle ragioni e implicazioni personali e collettive; offre spunti utili, in parte indispensabili, per ognuno di noi, alcuni genitori, tutti madri e padri in potenza.

Non è un manifesto dell’orgoglio delle nullipare o delle zitelle, non servirebbe, l’autrice lo sa, basta prendere atto della realtà. Nessuna scelta procreativa può essere propagandata come superiore, più etica o ecologica o femminista o egoista o foriera di felicità.

Per decenni anche restare indecisi è una scelta, consapevoli ovviamente che sono comunque le donne a procreare. Non a caso il libro e un capitolo intermedio sull’amore sono dedicati alla madre dell’autrice e spazio rilevante viene assegnato alle questioni demografiche, ai modi diversi di esistere ed essere felici in mezzo agli altri.

Flavia Gasperetti
Madri e no.
Ragioni e percorsi di non maternità
Marsilio, 2020

Variazioni sul noir, di Massimo Carlotto

1995-2020. Italia. Massimo Carlotto (Padova, 22 luglio 1956) ha avuto una vita involontariamente spericolata prima di cominciare a narrare fiction.
Il primo libro fu Il fuggiasco (1995), noir parzialmente autobiografico sul periodo di latitanza. Presto è seguita la famosa serie osannata nel nostro paese e nel mondo dell’Alligatore (dieci, 1995-2017).

Non ha mai abbandonato il genere ma ha narrato centinaia di belle storie anche attraverso vari generi in ogni modo, spesso con progetti che coinvolgevano altri scrittori o artisti diversamente celebri: romanzi, drammi teatrali, spettacoli musicali, sceneggiature di film, fumetti, reportage giornalistici, saggi.

E ha scritto racconti: sette escono finalmente nell’ottima antologia Variazioni sul noir, tre letti nei periodici volumi collettanei della Todaro curati da Tecla Dozio, uno sul Corsera, uno grazie al comune di Perugia, uno in un’antologia francese, uno in un’antologia Guanda. L’autore è intervenuto ora solo con piccoli ritocchi.

Massimo Carlotto
Variazioni sul noir
CentoAutori, 2020

Foto | mohamed Hassan da Pixabay

Disclaimer: su alcuni dei titoli linkati in questo articolo, Libri e parole ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi per l’utente finale. Potete cercare gli stessi articoli in libreria, su Google e acquistarli sul vostro store preferito.

Valerio Calzolaio

Valerio Calzolaio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Colore vivo

Colore vivo: Nina G. Jablonski indaga il significato del colore della pelle

Scopri il libro Colore vivo e leggi come la studiosa Nina G Jablonski analizza il significato biologico e sociale del colore della pelle.

Don Winslow, Broken

Broken, ennesimo capolavoro di Don Winslow

Leggi la recensione di Broken raccolta di romanzi di Don Winslow che parlano di corruzione e vendetta, perdita e tradimento, colpa e redenzione.