Amore tra donne
Amore tra donne

Amore tra donne: i libri che lo raccontano

L’amore tra donne. Un tema importante che ci porta subito lontano, attraverso un viaggio a ritroso nei secoli, fin su quella piccola isola dell’Egeo, dove visse Saffo.

12 libri sull’amore tra donne da leggere subito

Proprio da quelle rive alte e tramortite di luce, da quegli indimenticabili versi di cui ci rimangono solo pochi frammenti, salpiamo alla ricerca di quei libri che, ora segretamente, ora senza temere nulla e nessuno, hanno fatto dell’amore tra donne il loro indiscutibile punto fermo.

Un viaggio periglioso, in balia di acque minacciose e di terribili venti di burrasca che ha saputo tuttavia conquistarsi l’approdo, affermando tutta la forza e il fuoco di un sentimento antico quanto il mondo.

Le poesie di Saffo

Già celebrata dai contemporanei e definita da Platone la decima musa, Saffo visse in Grecia tra il 630 e il 570 a.C.. Delle sue poesie sopravvivono solo pochi frammenti, tuttavia l’amore della poetessa per le altre donne traluce e riverbera in tutta la sua incantevole pienezza.

Il pozzo della solitudine, di Radclyffe Hall

Pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1928, il romanzo della Hall venne prontamente incriminato e processato per oscenità. Il suo tema apertamente lesbico non fu infatti digerito dai benpensanti dell’epoca. Il pozzo della solitudine è considerato il primo romanzo della storia letteraria ad affrontare, senza tentennamenti e precipitose fughe, l’argomento dell’omosessualità femminile.

Orlando, di Virginia Woolf

Le vicende del giovane Orlando che cambia sesso, oscilla tra i generi e rimescola audacemente le carte hanno sedotto e intrigato anche il grande cinema. Un romanzo che, in verità, è un omaggio che la scrittrice volle fare all’amante Vita Sackville-West. Non per nulla il figlio di quest’ultima, uomo di larghe vedute, definì il libro la più bella lettera d’amore mai scritta.

La calunnia (Quelle due), di Lillian Hellman

Dramma teatrale incentrato su due giovani insegnanti accusate da una delle loro alunne di avere una relazione amorosa. Le conseguenze saranno tragiche. L’opera della Hellman ebbe ben due trasposizioni cinematografiche. La più celebre quella con Audrey Hepburn e Shirley MacLLaine del 1961. Un capolavoro firmato William Wyler.

La foresta della notte, di Djuna Barnes

Una scrittrice importante, a tratti ingiustamente dimenticata, che ebbe un ruolo di primissimo piano nell’uso (e sviluppo) del linguaggio. Il suo romanzo La foresta della notte, dove l’identità lesbica ha un proprio fondamentale ruolo, rivela, pagina dopo pagina, tutta la sua dirompente ma rarefatta modernità.

Natalia, di Fausta Cialente

Un libro che mescola forza e delicatezza, sogno e realtà e che portò alla sua autrice un premio importate come quello dei Dieci, presieduto allora da Massimo Bontempelli. L’amore della protagonista per la più matura ed affascinante Silvia non piacque però al regime fascista. La scrittrice, nonostante pressioni e condizionamenti, rifiutò decisamente ogni forma di censura e così il romanzo cadde, dalla sera alla mattina, nell’oblio. Un piccolo gioiello, scritto negli anni ’30, tutto da riscoprire.

Carol, di Patricia Highsmith

Pubblicato nel 1952, il libro della Highsmith viene oggi guardato come il primo romanzo lesbico con un lieto fine. Le due protagoniste, malgrado ricatti e ripiegamenti, troveranno infatti la propria strada verso la felicità. Il 2015 ha visto anche la sua prima trasposizione cinematografica con due attrici di grande talento come Cate Blanchett nel ruolo di Carol Aird e Rooney Mara in quello di Therese Belivet.

Cioccolata a colazione, di Pamela Moore

Scritto nel 1956 da una ragazza americana appena diciottenne, Cioccolata a colazione affronta temi considerati allora spinosi come la bisessualità e il vuoto del cuore. Un romanzo che fu definito scandaloso dai giornali, boicottato dal Vaticano, guardato in tralice dalle madri di mezza America, ma che, in poche settimane, divenne un vero e proprio best seller internazionale.

Il gruppo, di Mary McCarthy

Il libro di Mary McCarthy, una delle scrittrici più in vista ed engagée dell’America degli anni ’50 e ‘60, indaga e scandaglia la società del tempo attraverso le vicende di un gruppo di ex studentesse universitarie. Personalità diverse tra cui spicca la bella e sofisticata Mary Prothero, detta Pokey, la cui relazione con una baronessa incontrata in Europa durante un viaggio suscita tra le amiche atteggiamenti e pensieri contrastanti.

Il colore viola, di Alice Walker

Vincitore del Pulitzer, Il colore viola ci racconta le dolorose vicende di Celie, donna di colore che dalle mani di un padre violento passa in quelle di un marito egoista che la tratta alla stregua di una domestica. Solo le lettere che Celie scrive a Dio sembrano consolarla. L’arrivo in casa dell’amante del marito, una donna bella e sfrontata sveglieranno però in lei sentimenti intensi e impensati. Il destino di Celie sembra, a questo punto, offrirle nuove, insperate possibilità.

Non ci sono solo le arance, di Jeanette Winterson

Un romanzo in parte autobiografico che ha come protagonista una giovane adottata da una coppia evangelista. Le cose si ingarbugliano quando la ragazza si scopre però innamorata di una sua coetanea e la madre le sottopone – vade retro Satana – a un vero e proprio esorcismo.

Carezze di velluto, di Sarah Waters

Nell’Inghilterra vittoriana, la giovane Nan tenta con successo la strada del teatro accanto a Kitty, una giovane di cui si è innamorata. Tuttavia il destino è pronto a cambiare repentinamente le carte in tavola con una serie di vicende che altereranno, ancora una volta, la vita e i sentimenti di Nan.

Foto | Marco Gomes

Disclaimer: su alcuni dei titoli linkati in questo articolo, Libri e parole ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi per l’utente finale. Potete cercare gli stessi articoli in libreria, su Google e acquistarli sul vostro store preferito.

Giorgio Podestà

Giorgio Podestà

Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Louise Glück

Louise Glück, un colpo di fulmine

La poesia di Louise Glück è un vero colpo di fulmine: ecco perché amiamo i versi della poetessa vincitrice del Nobel per la letteratura 2020.

Un angelo per sempre

Un angelo per sempre: Federica Bosco ci racconta ancora di Mia

Leggi la recensione di Un angelo per sempre romanzo di Federica Bosco che segue i suoi bestseller tanto apprezzati dal pubblico.