Adelchi sconfitto e ferito a morte davanti a Carlo Magno e al padre Desiderio
Adelchi sconfitto e ferito a morte davanti a Carlo Magno e al padre Desiderio

Adelchi: riassunto della tragedia di Manzoni

L’Adelchi è una tragedia scritta da Alessandro Manzoni. Pubblicata nel 1822, racconta la storia di Adelchi, figlio di Desiderio, ultimo re dei Longobardi. La tragedia è ambientata fra il 722 e il 774, l’anno in cui Carlo Magno contribuì alla caduta del regno longobardo. Manzoni aveva cominciato a scrivere l’Adelchi nel 1820, proprio quando Vincenzo Ferrario pubblicò Il conte di Carmagnola. In realtà Manzoni aveva finito la tragedia nel 1821, ma mancavano ancora i due cori che arrivarono solamente qualche mese più tardi.

Adelchi: la trama

Ermengarda, figlia di Desiderio, re dei longobardi, viene ripudiata dal marito Carlo Magno a causa di ragioni di stato. Desiderio decide allora di vendicarsi e vorrebbe far incoronare dal Papa i figli di Carlomanno, fratello di Carlo Magno, che hanno trovato rifugio presso di lui alla morte del padre.

Carlo Magno, a capo dei Franchi, non ci sta e manda un ultimatum a Desiderio il quale, ovviamente, rifiuta e dichiara guerra. L’esercito di Carlo Magno riesce ad avanzare velocemente fino a Pavia, grazie anche al fatto che i duchi longobardi hanno tradito il loro re. Intanto Ermengarda, ritiratasi dalla sorella Ansberga nel monastero di San Salvatore a Brescia, viene a sapere che Carlo Magno si è risposato e distrutta dal dolore, muore.

Intanto grazie ai traditori Carlo Magno riesce finalmente a conquistare Pavia e a far prigioniero re Desiderio. In tutta questa vicenda assistiamo agli inutili tentativi di Adelchi, figlio di Desiderio e fratello di Ermengarda, di scongiurare la guerra contro i Franchi. Non essendo riuscito nella sua impresa, finirà per dover combattere fino alla sua morte. Infatti viene portato ormai in fin di vita davanti a Carlo Magno e a Desiderio: qui chiede pietà per il padre e cerca di consolarlo per il trono perduto. E gli spiegherà con il suo ultimo fiato che non avendo ormai più nessun potere, non sarà più costretto a subire o fare dei torti.

Curiosità: Adelchi lo era di Carlo Magno… cosa vuol dire?

Spesso nei cruciverba si trova questa definizione Adelchi lo era di Carlo Magno. La risposta corretta è cognato in quanto Adelchi è il fratello di Ermengarda, la sposa ripudiata da Carlo Magno, per cui di fatto era il cognato di Carlo Magno.

Foto | WikiCommons

Nymeria

Nymeria

Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

libri sul karate

Libri sul karate: quali leggere?

Scopri i migliori libri sul karate per avvicinarsi a questo mondo e coglierne la filosofia e il suo significato profondo.

libri da leggere quando si è depressi

Libri da leggere quando si è depressi

Scopri i libri da leggere quando si è depressi perché quando tutto sembra accanirsi contro di noi la lettura può essere di aiuto.