Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza
Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza

Tutto chiede salvezza: Daniele Mencarelli lascia il segno

Tutto chiede salvezza, libro nella dozzina del Premio Strega 2020 scritto da Daniele Mencarelli, ci ha inchiodati alle pagine in una via senza ritorno: quella del coinvolgimento emotivo totale.

Tutto chiede salvezza

Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza

Edito da Mondadori per la collana Scrittori Italiani e Stranieri, il romanzo dell’autore romano già più che apprezzato dalla critica (pensiamo, ad esempio, al suo romanzo La casa degli sguardi) e vincitore di prestigiosi premi, si offre ai lettori con una storia drammatica eppure – in un modo che leggendo scoprirete – positiva.

Una stanza per chiedere salvezza

Cinque uomini difficili, psicologicamente provati, si ritrovano a condividere lo spazio ristretto di una stanza. Cinque più l’ultimo arrivato, Daniele, voce narrante poco più che ventenne. E la loro non è una stanza “normale” ma quella di un ospedale psichiatrico: sono sottoposti a un trattamento di TSO (trattamento sanitario obbligatorio), ritrovandosi a condividere in quel ricovero coatto non solo profondi disagi. Anche qualcosa che neppure ricordavano di avere: rimpianti, sogni, desideri, e ancor più determinante nella storia, una necessità di fratellanza mai provata prima.

La terapia del disprezzo

Daniele è in pieno naufragio esistenziale. Siamo nel 1994, giugno, estate dei mondiali, quando il ragazzo finisce all’interno di una nuova gabbia esistenziale che racchiuderà la sua, fatta di eccessi di rabbia, per una settimana. Ma è là dentro che farà i conti non soltanto con se stesso ma anche o soprattutto con una realtà terribile, fatta di disperazione e disperati alla mercé di uomini privi di vocazione, di empatia, di umanità.

Avvezzi oramai a tutto, pronti ad addormentarsi durante una seduta con il paziente giustificando la mancanza con la definizione di “giusto e necessario distacco medico che fa parte della terapia”. O magari capaci di mostrare contrarietà se non disprezzo, davanti al malato che a loro si affida. Ma “come si fa a detestare una persona che si deve curare?”

Ciò che Daniele vive, è raccontato in modo ora crudo ora poetico, grazie allo stile bello e pulito di Mencarelli, che sa mescolare bene ogni ingrediente – compresi i dialoghi – trasportandoci in una situazione che viviamo realmente, quasi stesse accadendo a noi.

E in Tutto chiede salvezza ci domandiamo come, in che modo ci si salvi dalla verità di ciò che viene raccontato dal protagonista e dai suoi compagni di dolore.

Quale malattia mi fa chiedere salvezza? Quale educazione mi fa implorare pietà? Fa che il mio sia solo uno scompenso della chimica, datemi tutta la chimica del mondo, ma chiudetemi gli occhi, il cuore, perché non ce la faccio più a soffrire così per quello che vedo, sento.

I fratelli offerti dalla vita

Giorgio, Alessandro, Gianluca, Madonnina, Mario.

Cinque persone che diventano la famiglia di Daniele in una settimana, che parlano la sua stessa lingua (le cui parole toccano parti del mio corpo di cui ignoravo l’esistenza). Persone con le quali non dover fingere, non dover spiegare, non mostrarsi migliori di ciò che si è, dalle quali non essere mai giudicato…

Sono fratelli offerti dalla vita, trovati sulla stessa barca, in mezzo alla medesima tempesta, tra pazzia e qualche altra cosa che un giorno saprò nominare.

Nessuno si salva da solo

Un soggiorno obbligato per un figlio “uscito guasto dalla fabbrica”. Un luogo che dovrebbe essere di salvezza e che invece pare di perdizione, ma in cui non ci si perde perché per assurdo ci si scopre meno soli. E non così diversi. Dove trovare salvezza? Negli altri. Perché la salvezza è ciò che tutti noi cerchiamo, e che incontriamo in ogni pagina di questo meraviglioso romanzo-ancora.

Ma la parola eccola, e con lei il suo significato più grande della morte. Salvezza. Per me. Per mia madre all’altro capo del telefono. Per tutti i figli e tutte le madri. E i padri. E tutti i fratelli di tutti i tempi passati e futuri. La mia malattia si chiama salvezza, ma come? A chi dirlo? O forse questa cosa che chiamo salvezza non è altro che uno dei tanti nomi della malattia, forse non esiste e il mio desiderio è solo un sintomo da curare.

Nonostante il senso di disfatta, è un profondo bisogno di credere che la salvezza c’è per tutti, secondo noi, ad animare il romanzo Tutto chiede salvezza, nonché la penna di questo grande autore poeta al momento tra i favoriti del Premio Strega 2020.

I dati del libro

Daniele Mencarelli
Tutto chiede salvezza
Mondadori, 2020

Susanna Trossero
Tutto chiede salvezza, libro nella dozzina del Premio Strega 2020 scritto da Daniele Mencarelli, ci ha inchiodati alle pagine in una via senza ritorno: quella del coinvolgimento emotivo totale. Tutto chiede salvezza Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza Edito da Mondadori per la collana Scrittori Italiani e Stranieri, il romanzo dell'autore romano già più che apprezzato dalla critica (pensiamo, ad esempio, al suo romanzo La casa degli sguardi) e vincitore di prestigiosi premi, si offre ai lettori con una storia drammatica eppure – in un modo che leggendo scoprirete – positiva. Una stanza per chiedere salvezza Cinque uomini difficili, psicologicamente provati,…

Score

Il nostro voto

Coinvolgente

Conclusione : Una storia vibrante, coinvolgente, sofferta – non crediamo la si possa scrivere senza contrazioni dell'anima – e dal grande messaggio di speranza. Una storia che dentro il lettore non finisce neppure con l'ultima pagina.

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Susanna Trossero

Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Alcuni libri di Einstein (1879-1955)

Quattro libri di Einstein che dovete leggere

È stato uno dei geni del Novecento e vale la pena conoscerlo meglio: ecco, pertanto, alcuni libri di Einstein che bisogna leggere.

Libri sull'astronomia

Sette libri da leggere sull’astronomia

Scopri i libri sull'astronomia perfetti se ami le stelle e scrutare il cielo non solo guardando in alto ma anche tra le pagine di un libro.